Night Mistress – Into The Madness

Night Mistress – Into The Madness

Secondo ottimo lavoro dei polacchi Night Mistress.

Arrivano al traguardo del secondo full-lenght i polacchi Night Mistress con questa piccola gemma metallica dal titolo Into the Madness, bel lavoro di heavy metal classico con iniezioni power nelle ritmiche ed un elevato livello di songwriting.

La storia della band si sviluppa attraverso due demo ed un primo album datato 2011, “The Back of Beyond”, che al fan più attento alle uscite in ambito underground aveva già messo in luce le potenzialità del gruppo polacco.
Senza strafare e con un cantante clamoroso (Chris Sokolowski) i Night Mistress realizzano un bel lavoro sotto ogni punto di vista, dalla produzione alle prestazioni dei singoli musicisti e, soprattutto per la qualità dei brani, tutti molto belli, influenzati dalle band classiche così come dal power di inizio millennio.
Il lavoro, pur concentrandosi sul metal vecchio stampo non risulta datato, la sezione ritmica (Artur Pochwala al basso e Dominik Wojcik alle pelli) e le due asce (Arek Ciesla e Robert Kazanowski) accompagnano con buona potenza e ottimi ricami chitarristici il frontman, protagonista di una prova elegante ma allo stesso tempo potente, un po’ Geoff Tate, un po’ Dickinson, con qualche riferimento all’Halford priestiano e, nei brani più power oriented, al primo Scheepers, quello dietro al microfono dei Gamma Ray.
Lo scopo di lavori come Into the Madness non è certo quello di rivoluzionare un modo di fare musica, come è l’heavy metal tradizionale, ma sicuramente portare avanti con decisione e con questi risultati un genere dato per morto troppe volte e sempre resuscitato dalle sue ceneri come l’araba fenice, aiutato in questo dall’underground e da gruppi come i Night Mistress, autori in questo loro secondo album di perle metalliche come Until the Day Will Dawn, Hand of God, Walking On Air, la già citata Hell Race e Sacred Dance.
In mancanza di dischi convincenti da parte delle band guida del genere, questi lavori sono linfa vitale per l’heavy metal e divengono un ascolto obbligato per tutti i metal kids. Consigliato senza riserve.

Tracklist:
1. Into the Madness
2. Until the Day Will Dawn
3. Hand of God
4. The Place I Belong
5. Walking on Air
6. Madman
7. Longing for the Devil
8. Hell Race
9. Grieving Stars
10. Sacred Dance
11. Recurring Night

Line-up:
Chris Sokolowski – Lyrics, Vocals
Artur Pochwala – Bass
Arek Cieśla – Guitars
Dominik Wójcik – Drums
Robert Kazanowski – Guitars

NIGHT MISTRESS – Facebook

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Incontro d'amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda

Incontro d’amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda

Nei ventiquattro racconti contenuti in questo libro, tra le tante cose, ci verrà raccontata la notte di terrore di un ricercato politico che attende l’arrivo di uno “squadrone della morte”; Incontro d’amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda.

Violino Banfi – Violino Banfi

Ho conosciuto Violino Banfi su Facebook, per caso. Sempre per caso ho beccato proprio il momento esatto in cui stava per fare uscire il suo debutto su CD, questo. Per puro caso l’ho contattato per chiedergli una copia del CD e se voleva una recensione; il caso ha voluto che accettasse.

Helvete’s Kitchen File

Helvete’s Kitchen: etichetta indipendente che si è presa la briga di patrocinare e garantire per questi due favolosi dischi, ma anche per spiegare cosa sia davvero suonare, pensare e vivere a bassa risoluzione.