iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Nausea Or Questra – A sua immagine e somiglianza

Ritorno nelle nostre orecchie di uno dei gruppi più notevoli del panorama italiano, i Nausea Or Questra di Prato, con il nuovo disco su Santa Valvola Records intitolato "A sua immagine e somiglianza".

Nausea Or Questra – A sua immagine e somiglianza

Ritorno nelle nostre orecchie di uno dei gruppi più notevoli del panorama italiano, i Nausea Or Questra di Prato, con il nuovo disco su Santa Valvola Records intitolato “A sua immagine e somiglianza”. Il mondo poetico e musicale dei Nausea è immenso, sporco e dannato, ed è proprio il posto dove si vorrebbe essere mentre il mondo di capovolge, santo santo seicento sessantasei. Come sanno i più viziosi il gruppo nasce dall’unione fra i Nausea ovvero Filippo Maccari alla voce e alla chitarra, Simone Nardi al basso, Daniele D’Andrea alla batteria e la fantastica Eleonora Piquè alla voce, violoncello e farfisa, ma ora il gruppo è tornato ad essere un power trio. La loro parabola musicale è un tuffo nel disagio e nella musica ad con un alto numero di ottani, per un risultato unico almeno per i nostri lidi.

I loro lavori precedenti sono di un livello molto alto, ma questo ultimo lavoro è sublime. Toni ribassati delle chitarre, come se i Fu Manchu e gli Orange Goblin calati in Toscana cantassero in italiano con testi bellissimi, riffs monolitici di chitarra e tutto l’insieme che pompa tantissimo.

Qui dento c’è di tutto dallo stoner, al desert a cose più veloci, sempre con uno stile unico, ed una congiunzione particolarissima fra musica e voce. Il fluido sonoro è possente ed incessante, come una vena che pulsa e fa pulsare tutto il resto. Le canzoni sono composte da elementi minimali ma gestiti benissimo, ogni traccia segue un suo corso, partendo dall’impalcatura della libera jam session per sfociare in mille rivoli di piacere.

Il nuovo coros del gruppo è davvero molto potente e piacevolissimo, le canzoni sono immagini fortissime, con trovate riuscite per un risultato che piacerà tantissimo alle anime nere. I Nausea Or Questra sanno trovare sempre la melodia giusta coniugando molto bene la potenza e la melodia, che è il loro maggiore punto di forza, costellando il disco di tante esplosioni sonore perfettamente integrate con i testi.

Il groove è trascinante, ti porta in questa macchina lanciata a mille all’ora contro un muro, e sai che non si può evitare il colpo, ma la cosa più bella è viaggiare sena controllo, proprio come ascoltare questo gruppo che è unico per bravura e originalità sonora, ogni angolo un mondo, descrivendo tante cose, come chi non ha nemmeno il fascino della divisa.

Un lavoro che ci ha messo anni per vedere la luce, ma ne valeva la pena, perché il diavolo non fa coperchi ma dischi bellissimi come questo.

 

Nausea Or Questra -A sua immagine e somiglianza

Tracklist

1.(Muri puliti) Popolo muto 02:33
2.Non abbassare la guardia, colpiscila! 02:43
3.Odia il prossimo tuo come te stesso 03:56
4.H.H.H.H. 03:48
5.Digos! Digos! 03:18
6.Sei cento se santa sei 04:31
7.Il prezzo sei tu 03:03
8.Primate 03:38
9.Frank senza vergogna 04:04
10.Shoggoth 02:39
11.Meriti Poco 02:24
12.Auri sacra fames #°°ç# 05:18

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Intervista Michele Borgogni

Abbiamo avuto la fortuna di fare due chiacchiere con Michele Borgogni, scrittore aretino di weird, fantascienza, ma soprattutto cantore di storie belle, interessanti e che nascono spesso dal nostro quotidiano, che è già molto weird di suo.