Minority Sound – The Explorer

Minority Sound - The Explorer 1 - fanzine

Minority Sound – The Explorer

Condividi:
Share

The Explorer è un breve concentrato di metal cibernetico-industriale che attinge alle ritmiche geometriche e reiterate dei Ministry, alle aperture melodico futuriste dei Fear Factory, ai riff squadrati e carichi di groove dei Rammstein e alle pulsioni elettronico-danzerecce dei Deathstars: i quattro ragazzi cechi miscelano tutto ciò con insospettabile disinvoltura dando vita a un lavoro piuttosto personale ed ugualmente equilibrato nel dosaggio di queste diverse anime.
L’opener-bomba Hostile In Your Skull fa intuire immediatamente le doti dei Minority Sound, rivelandosi una traccia irresistibile, che molti dei nomi più celebrati (anche tra quelli appena citati) non riescono a scrivere più da diverso tempo. Segue a ruota Load Of Destruction, che insiste sulla ritmata opera di demolizione con l’aggiunta di intermezzi elettronici e la prima apparizione delle vocals pulite in stile Burton C.Bell.
Ancor più immediata nonché potenziale singolo è la breve title track, ma è Fear l’episodio che mostra meglio le sfaccettature della band ceca: lo sviluppo paragonabile a una sorta di “N.W.O” velocizzata, per la sua struttura circolare ed ossessiva, viene spezzata nella fase centrale dalla consueta apertura a clean vocals evocative che, forse, tra tutti gli aspetti messi sul piatto dai Minority Sound, è proprio quello meno convincente.
A mio avviso, infatti, la dote principale del quartetto è appunto quella di martellare l’ascoltatore con precisione chirurgica senza che il sound si riveli comunque monolitico o di difficile assimilazione, pertanto il frequente ricorso al suddetto artificio provoca solo un calo della tensione all’interno del brano: meglio, quindi, se proprio si vuole sfuggire al rischio della ripetitività, seguire la strada intrapresa nella traccia di chiusura, dove le atmosfere si fanno via via più cupe e rallentate per sfociare in un finale ambient, offrendo così un altro potenziale sbocco creativo al sound dei nostri.
The Explorer è comunque un disco di notevole qualità complessiva, piuttosto essenziale nel suo sviluppo, che pone all’attenzione della scena una band relativamente nuova e sicuramente dai notevoli mezzi; non dimentichiamo che il lavoro in realtà è stato partorito lo scorso anno e che solo ora trova una distribuzione adeguata, in grado di renderlo accessibile anche al di fuori dei confini nazionali.
Credo che i Minority Sound siano un nome da annotare per chi apprezza questo tipo di sound ed è ancora alla ricerca di qualcuno in grado di porsi come un’alternativa credibile alle band che ne hanno definito le coordinate qualche decennio fa.

Tracklist:
01.Hostile In Your Skull
02. Load Of Destruction
03. The Explorer
04. Zealots
05. Binary Child
06. Wipe Out The Virus
07. Fear
08. The End Of All

Line-up :
Otus – Samples, B+ass, guitar, lyrics
Gulesh :: guitars, vocals, lyrics
Šimon :: drums
Petr :: bass

MINORITY SOUND – Facebook

Condividi:
Share
Tags:
Stefano Cavanna
stefano@iyezine.com

Cresciuto per motivi anagrafici a pane e prog, a differenza di molti miei coetanei non passo il tempo a piagnucolare sostenendo "cosa vuoi sentire ora, quello che viene pubblicato ai giorni nostri è tutta spazzatura" ... Invecchiando ho allargato invece i miei orizzonti musicali e oggi sono essenzialmente un appassionato patologico di funeral/death doom, oltre che ascoltatore compulsivo di metal in ogni sua svariata forma, senza per questo disconoscere (ci mancherebbe altro) tutta la grande musica prodotta negli anni '70.

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.