Lethal Saint – Wwiii

Lethal Saint – Wwiii

Se pensate che l’heavy metal classico sia un genere ormai obsoleto e che nel secondo decennio di questo inizio secolo abbia ormai poco o nulla da dire, ci pensano i Lethal Saint a farvi cambiare idea con questo bellissimo esempio di duro metallo forgiato negli anni ottanta ma assolutamente attuale, un macigno di suoni heavy caduti dalla montagna dove dimorano gli dei, drammatico, intenso, guerresco e tragicamente metallico.

I Lethal Saint provengono dall’isola di Cipro, sono nati nel 2007 e giungono, dopo il classico demo di debutto, all’esordio sulla lunga distanza nel 2010 con l’album omonimo.
Dopo un altro demo nel 2011 arriviamo ai giorni nostri con la firma per Pure Steel ed il nuovo album che arriva come un fulmine a ciel sereno a riempire il vuoto lasciato dagli Iced Earth, quelli di “Burnt Offerings” e “The Dark Saga”, con un metal oscuro, sapientemente dosato da iniezioni power, epico nel suo andamento, e spettacolare nei solos taglienti come rasoi.
Pur inserendo un briciolo di Maiden, poi è tutto un glorificare l’ US Metal (Helstar, i giĂ  citati Iced Earth e Metal Church), anche se la band ci mette molto del suo per non essere solo una band clone nonchè padrona assoluta del proprio songwriting, grazie ad un vocalist eccezionale, ad una coppia ritmica che non disdegna qualche passaggio al limite del thrash e a due asce padrone della scena con solos dal forte impatto metallico, melodici e sempre all’altezza dei brani come nella migliore tradizione metallica.
Non ci sono cadute di tono in questo ottimo lavoro, i brani si susseguono uno piĂą intenso dell’altro: con la dovuta perizia la band mantiene alto il tono drammatico delle canzoni, su cui il vocalist Andreas Pouyioukkas, con una prova di indiscutibile carisma e teatralitĂ , tocca vette di interpretative degne di un Matt Barlow in stato di grazia.
Merciless Decay, la dirompente Prophecy Of War, l’ oscura ed epica Order To Defend, The Alliance e la conclusiva title track, sono gli episodi migliori di questo bellissimo tributo al metallo classico, epico ed oscuro, consigliato ai fan delle band citate qualche paragrafo fa e a chi vuol godere di un riuscito esempio di heavy metal come gli dei comandano, un autentico gigante nato dall’acciaio …

Tracklist:
1. The Curse
2. Merciless Decay
3. Prophecy Of War
4. Chaos Rising
5. Order To Defend
6. Omen
7. Thorns Of Existence
8. The Alliance
9. Ascend To Power
10. Spoils Of The Past
11. WWIII

Line-up:
Christis Isseyegh – Drums
Andreas Kasapis – Guitars & Bass
Andreas Pouyioukkas – Vocals
Christoforos Gavriel – Guitars
Nicholas Liakos – Bass

LETHAL SAINT – Facebook

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

THE ROUTES – GET PAST GO! / LEAD LINED CLOUDS

Sta diventando una piacevole abitudine, quella di avere un appuntamento, almeno una volta l’anno, con l’arrivo di nuovo materiale registrato dai garage/psych rockers brit-giapponesi Routes. Del resto, il talento e la creativitĂ  non mancano al leader Chris Jack e soci: dopo un 2021 contrassegnato dalla

Rossomalpaolo

La prima volta che ho interagito con Paolo aka Rossomalpaolo è stato in un periodo in cui ero curiosa di sperimentare i limiti del mio corpo.

E’ morto Tom Verlaine

Un’altra orrenda notizia arriva a funestare questi primi sprazzi di 2023 in termini di perdite musicali. In queste ultime ore ci ha lasciati infatti, dopo una breve malattia, anche il cantante, chitarrista e songwriter statunitense Tom Verlaine.

Grandiosa Muerte – Egregor

Dietro al nome Grandiosa Muerte c’è un uomo solo saldamente al comando, il suo nome è Max Gutiérrez Sánchez, già fondatore di altri tre gruppi : Ravensouls, December’s Cold Winter, e Advent Of Bedlam. Max ha conosciuto l’abbraccio mortale del metal quando abitava in Spagna ed è lì che ha contribuito a fondare i suoi primi gruppi.