les vielles salopes-jamais debout toujours par tere

les vielles salopes-jamais debout toujours par tere

Condividi:
Share

Premessa doverosa:la band di cui sto per parlare non esiste piu’,si e’ sciolta nel 2006 dopo aver prodotto due demo e due album, ovviamente questo compreso.
Les vielles salopes sono stati una bella realta’ del panorama punk d’oltralpe(nel loro caso della capitale Parigi).
Dotati di un sound robusto e di liriche permeate di impegno politico e sociale ma non per questo retoriche o prive di ironia,hanno rappresentato un punto fermo di una scena non troppo in vista ma radicata e vitale.

“Jamais debout toujours par tere” ha rappresentato per la band la prova di una maturita’ ampiamente raggiunta,con pezzi punk in bilico tra melodia e aggressivita’ come “La nuit aves vous”,”Mon dieu,mon dieu”;palesi influenze clashiane “L’assistant” e veri e propri anthem “Destinee” e “Paris pas cher”.
Il loro e’ un suono forse risaputo ma intrinsecamente onesto e ,a suo modo,fresco e vitale.
Il recupero dei loro album sarebbe certamente auspicabile e,per quanto mi rigurada,altamente consigliabile.

Condividi:
Share
Il Santo
[email protected]

Il Santo alias Luca ovvero il secondo (o il primo,fate voi) urlatore alla sbarra,a proposito tutti sul podcast ad ascoltarci.Il sopranome l'ho adottato non per motivi religiosi, ma ispirandomi al miticopersonaggio interpretato da Roger Moore nello splendido telefilm Simon Templar.MI piace ascoltare musica,leggere,il gioco del calcio,pensare con la mia testa.Mi piace il sublime e il terribile, il rock'n'roll piu' semplice ma anche un sacco di altre cose. Mi piacciono le persone che non si fanno di inutili menate per questo mi piacciono Simone e Loriana e per questo scrivo e sostengo In your eyes.

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.