Lenders – Sul Filo Del Tempo

Lenders - Sul Filo Del Tempo

Lenders – Sul Filo Del Tempo

Dopo "Da Che Parte Stai?" del 2019, ancora a firma Hellnation Records, tornano, con "Sul Filo Del Tempo" i Lenders, con il loro riconoscibile sound Oi!/rock'n'roll acido che lascia intravedere sul palco, quantomeno dopo il giusto numero di birre, un Chuck Berry rasato in boots e bretelle

Dopo “Da Che Parte Stai?” del 2019, ancora a firma Hellnation Records, tornano, con “Sul Filo Del Tempo” i Lenders, con il loro riconoscibile sound Oi!/rock’n’roll acido che lascia intravedere sul palco, quantomeno dopo il giusto numero di birre, un Chuck Berry rasato in boots e bretelle, e che disarticola, lasciandoti a metà strada tra impeto da pogo e voglia di ballare.

Tra cori, sbronze al bancone, odio proletario per la grigia gabbia metropolitana ma piedi sempre ben piantati sulle sue strade, che insegnano ed osservano, anche stavolta sfornano un disco che non dà un attimo di tregua, dove tra le collaborazioni alla voce, tra gli altri, troviamo Paolo Petralia (Comrades, Colonna Infame Skinhead, 80’s) e nella tracklist una cover dei Vanilla Muffins (che diventa “Nun Je La Posso Fa”), tirandone fuori più di quello che i suddetti possano dare da sé.

Menzione particolare merita l’anthemica “Roma Est Rock’n’roll”, di quelle canzoni che tirano fuori dai sottopalco pogo, ballo, abbracci, cori ed un’ eggregora di sensazioni ed intenti che, per dirla con i Wrechted, vorremmo anche nella vita.

 

Lenders – Solo Un Uomo

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Helvete’s Kitchen File

Helvete’s Kitchen: etichetta indipendente che si è presa la briga di patrocinare e garantire per questi due favolosi dischi, ma anche per spiegare cosa sia davvero suonare, pensare e vivere a bassa risoluzione.

The HangeeS - Heading Back to the Good Valley

The HangeeS – Heading Back to the Good Valley

Stavo ascoltando i Monks, e a rifletterci mi sorge spontaneo un dubbio: cosa avrebbe pensato se invece dei monaci ci fossero stati sul piatto gli HangeeS con il loro nuovo disco la cui data di pubblicazione è il 2022?

RIBBON STAGE – HIT WITH THE MOST

Avevamo già parlato, l’anno scorso, delle Ribbon Stage, terzetto newyorchese a trazione femminile (“Anni Hilator” al basso e voce e “Jolie M-A” alla chitarra e cori, coadiuvate da Mari Softie alla batteria) autore di un indie/noise pop che profuma deliziosamente di (altri) anni Ottanta, quelli di compilation come “C86”, e che avrebbe fatto la fortuna di etichette come la Sarah Records.