Legittimo Brigantaggio – Pensieri Sporchi

Legittimo Brigantaggio – Pensieri Sporchi

Un buon disco folk/rock che mette al centro del discorso la necessità di dover cambiare, di rispettare la natura e di ampliare i propri orizzonti (per questo date un'occhiata anche ai testi)

Ormai giunti al decimo anno di attività (se non qualcosa di più), i Legittimo Brigantaggio (Gaetano Lestingi, Davide Rossi, Pino Lestingi, Domenico Cicala, Ilario Parascandolo) pubblicano Pensieri Sporchi, il loro quarto album. Il disco, in uscita per Cinico Disincanto e Altipiani, propone dieci brani che, mettendo leggermente da parte la vena folk, si lancia su affilate sonorità rock.

Il banjo dell’iniziale Velenoso, scompare sotto la tensione delle chitarre elettriche (a cui si contrappongono ritornelli più sereni e ariosi), aprendo il lavoro e lasciando che a proseguire siano l’incisivo aggredire di Ladri Di Luna Piena e il ben più delicato scorrere di Elisa E’ Bellissima (un lieve drone alle spalle, archi e chitarre acustiche a dare corpo, Andrea Satta come ospite). Inutile, pur minacciando di infuriarsi, si scioglie poi in melodie corpose e avvolgenti, mentre l’ondeggiante ritmo terzinato de Il Covo (in crescita grazie alle chitarre elettriche), lascia che a proseguire siano il composto e timido muoversi di Pensiero Sporco (in apertura nel finale) e il folk/rock schietto e diretto (con lievi spolverate di elettronica) di Dio Paranoico. L’animo bivalente di Ipotesi Reale, tra tempeste di chitarra e momenti di pura delicatezza, cede spazio al vivace folk/punk di Usi E Costumi (compaiono anche pezzi tratti dagli spettacoli di Andrea Rezza). La leggermente pensierosa Mi Ritroverai, infine, accarezzando con la sua dolcezza, mette fine al disco.

Il quarto album dei Legittimo Brigantaggio testimonia l’ottimo stato di salute della band. I dieci brani presentati, infatti, seppur piuttosto compatti e, forse, un po’ troppo omogenei, riescono a tenere alta l’attenzione e a comunicare emozioni e concetti. Un buon disco folk/rock che mette al centro del discorso la necessità di dover cambiare, di rispettare la natura e di ampliare i propri orizzonti (per questo date un’occhiata anche ai testi).

Tracklist:
01. Velenoso
02. Ladri Di Luna Piena
03. Elisa E’ Bellissima
04. Inutile
05. Il Covo
06. Pensiero Sporco
07. Dio Paranoico
08. Ipotesi Reale
09. Usi E Costumi
10. Mi Ritroverai

Line-up:
Gaetano Lestingi
Davide Rossi
Pino Lestingi
Domenico Cicala
Ilario Parascandolo

LEGITTIMO BRIGANTAGGIO – Facebook

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Incontro d'amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda

Incontro d’amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda

Nei ventiquattro racconti contenuti in questo libro, tra le tante cose, ci verrà raccontata la notte di terrore di un ricercato politico che attende l’arrivo di uno “squadrone della morte”; Incontro d’amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda.

Violino Banfi – Violino Banfi

Ho conosciuto Violino Banfi su Facebook, per caso. Sempre per caso ho beccato proprio il momento esatto in cui stava per fare uscire il suo debutto su CD, questo. Per puro caso l’ho contattato per chiedergli una copia del CD e se voleva una recensione; il caso ha voluto che accettasse.

Helvete’s Kitchen File

Helvete’s Kitchen: etichetta indipendente che si è presa la briga di patrocinare e garantire per questi due favolosi dischi, ma anche per spiegare cosa sia davvero suonare, pensare e vivere a bassa risoluzione.