Indecent Excision – Aberration

Nuovo album per gli Indecent Excision, ennesima buona band partorita dalla scena brutal death tricolore.

Indecent Excision – Aberration

Siamo ancora qui a parlarvi di metal estremo, questa volta ci troviamo nel regno del brutal death con gli Indecent Excision, gruppo di base a Bolzano, tra le montagne dell’Alto Adige dove la band ha iniziato la propria opera di devastazione.

Non stiamo parlando di una realtà alle prime armi, visto che la nascita del combo risale ad una decina di anni fa, avendo all’attivo due demo, un full length (“Deification Of The Grotesque”) datato 2011 ed un Ep (“Rise Of The Paraphiliac Demigod”) del 2013.
Il nuovo album, Aberration,  si rivela una mazzata di death metal brutale, mezzora di suoni estremi con i quali la band scarica tutta la sua inumana violenza.
La voce grossa la fa una sezione ritmica “sul pezzo”, davvero brava e tecnicamente ineccepibile, colonna portante di un wall of sound massiccio e strabordante in potenza (Alex Venders alle pelli e Giancarlo Mendo al basso) aiutati nel massacro dall’ottimo growl di Matteo Bazzanella e dalla sei corde torturata da Hannes Gamper.
Quello dei bolzanini è un brutal death cadenzato, violentato da una sezione ritmica tutta cambi di tempo e fantasia e da ottime accelerazioni che danno ai brani quel minimo di varietà che rende il lavoro, pur essendo un monolite di pesante metallo estremo, vario quel tanto che basta per arrivare in fondo all’ascolto senza problemi, almeno per chi è abbastanza abituato a questi suoni.
Pur essendo al cospetto di musicisti bravissimi, il sound non appare troppo cervellotico: la band infatti punta molto su un impatto che risulta abbastanza fluido nella sua devastante brutalitĂ .
I nove brani in scaletta formano uno tsunami di suoni da ascoltare tutti d’un fiato, confermando gli Indecent Excision come una buona realtĂ  del brutal death tricolore, un genere che nell’ultimo anno ha confermato la sua vivacitĂ  nell’ambito della scena underground.

Tracklist:
1. Intro
2. Amputee Identity Disorder
3. Piquerism
4. Icons of Perversity
5. Unrestrainable Impulse
6. In Geistiger Umnachtung
7. Gazing into the Depths of Human Atrocity
8. Pain Induced Sexual Climax
9. Aberration

Matteo Bazzanella – Vocals
Hannes Gamper – Guitar
Alex Venders – Drums
Giancarlo Mendo – Bass

INDECENT EXCISION – Facebook

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Death Mantra For Lazarus – DMFL

Sussurri musicali dettati da una grande tecnica musicale accompagnata da una capacitĂ  compositiva superiore, per un lavoro tutto da ascoltare, scoprire ed amare, per chi ama immergersi nella dolce tempesta dei Death Mantra For Lazarus.

AA VV – BOMB YOUR BRAIN Vol. 2

Secondo capitolo per la compilation “Bomb Your Brain“, ancora una volta concepita e pubblicata, sempre in cinquecento copie, dalla piccola e coraggiosa etichetta indipendente francese PigmĂ© Records. Stessa formula del primo volume, una succosa e urticante raccolta (a questo giro con la didascalia che recita:

THE FUZZTONES live a POGGIBONSI (Si)

THE FUZZTONES live: Sul palco i Fuzztones, gruppo storico garage rock statunitense, il cui nome è stato ispirato dall’effetto di distorsione fuzz tone appunto, inventato nel 1962 e che sentiamo sempre in Satisfaction dei Rolling Stones.

South Sardinian Scum - Switch the Driver

South Sardinian Scum – Switch the Driver

I South Sardinian Scum non si inventano un cazzo, e neanche vogliono farlo, si limitano a suonare ciò che gli piace e lo fanno con la voluttĂ  di chi sta compiendo una missione per conto di un dio minore e perdente, se non vi basta fatevi un bell’ aperitivo in un bar fighetto con della tech house di sottofondo sperando che il cocktail di merda che vi sarĂ  servito vi vada per traverso.