iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Hangarvain – Naked

Tornano gli Hangarvain con questo bellissimo Ep acustico in free download: ed il viaggio continua ...

Hangarvain – Naked

Dove eravamo rimasti?
Ah si, avevamo riempito il portabagagli della nostra cinquecento ed eravamo partiti per un viaggio verso la libertà accompagnati da quello splendido lavoro di hard rock americano che è “Best Ride Horse”, debutto dei napoletani Hangarvain: le strade della nostra penisola, sotto l’influsso delle note di “Through The Space And Time” e “Get On”, si trasformavano nelle grandiose highway statunitensi ed il nostro io mai si era sentito così vicino allo spirito on the road di quell’America cresciuta sotto il Vesuvio.

E’ giunta l’ora di fermarsi a riposare, il viaggio è stato lungo, esaltante e faticoso, le fiamme del falò crepitano e Alessandro ha già imbracciato la sua inseparabile chitarra per rendere questa defaticante pausa un momento per raccogliere pensieri e umori, fare il punto di un viaggio che poi non è altro che la vita stessa, sorprendente e affascinante, tutta da vivere con sorprese sempre dietro l’angolo, belle o brutte che siano, ma che fanno parte di un qualcosa che è già scritto ed al quale noi aggiungiamo qualcosa di nostro.
Sono tornati i rocker Hangarvain, regalandoci per questo Natale dell’anno di grazia 2014 Naked, Ep acustico di quattro brani, un tuffo nel southern rock questa volta visto dal lato più introspettivo della band: quindici minuti di brividi, accompagnati dalla bellissima voce di Sergio Toledo Mosca, un talento nel far proprie, con la voce, tutte le sfumature della musica suonata sul confine americano, lasciando che un banjo amoreggi con i suoni delle chitarre e che le emozioni ci travolgano.
Il fuoco lentamente si spegne, il caffè è finito e a noi non resta che riprendere il viaggio, pronti ad affrontare insieme altre strade, traguardare nuovi orizzonti, senza mai rinunciare a prendere la vita di petto, affrontandola come un cow-boy in un rodeo, accompagnati dalla musica degli Hangarvain.

Tracklist:
1.Turning Back On My Way
2.Song From Broken Hearts
3.Free Bird
4.Hometown

Line-up:
Sergio Toledo – Lead Vocals
Alessandro Liccardo – Guitar and Backing Vocals
Alfonso Mocerino – Drums
Francesco Sacco – Bass
Gaia Arpino – Violin
Michelangelo Bencivenga – Banjo

https://it-it.facebook.com/HangarvainOfficial

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Kensington – Control

La band capitanata da Casper Starreveld ha creato un album che ha il destino già scritto prima di arrivare all’orecchio dei fans, una raccolta di canzoni pregna di atmosfere melanconicamente melodiche, con più di un riferimento al rock alternativo degli ultimi vent’anni, molto britannico concettualmente, ma assolutamente già sentito sui canali e radio specializzate in musica e cultura indie.

The Pier – The Pier

Per gli amanti del genere un album da ascoltare a più riprese, ed una band da seguire visto l’enorme potenziale artistico.

Somnium Nox – Apocrypha

Con coraggio e personalità i due musicisti australiani incorporano in un’unica opera quella che è stata l’evoluzione del genere dagli ormai lontani primi anni novanta