Go!zilla – Sinking In Your Sea

Go!zilla – Sinking In Your Sea

Il trio di casa a Firenze ha svoltato verso sonorità più viscerali, introspettive, acide, ma senza smarrire quella potenza e quell’impatto che, già dagli esordi, avevano convinto tutti.

Con questo Sinking In Your Sea i Go!zilla arrivano al loro secondo Lp; di loro ho già avuto modo di scrivere in lungo e in largo e anche questa volta i toni sono entusiastici: Luca, Fabio e Mattia infatti continuano a crescere.

Nello specifico di questo album, il trio di casa a Firenze ha svoltato verso sonorità più viscerali, introspettive, acide, ma senza smarrire quella potenza e quell’impatto che, già dagli esordi, mi avevano fatto perdere la testa.
Si parte con Melting e gli innumerevoli tour europei sembrano aver dato i loro frutti: il sound si avverte da subito decisamente più maturo. Poi c’è la title track e la barca dei Go!zilla va a naufragare nella psichedelia più becera, ai limiti dell’hard rock. Con Looking In The Mirror vengono a galla tutte quelle distorte domande che mai bisognerebbe farsi davanti uno specchio, soprattutto se c’è una lametta nelle vicinanze. La seguente Pollution ci riporta immediatamente alla realtà: qui i Go!zilla suonano incazzati come non mai. Il lato A si chiude con Hiding Away e la band toscana si offusca bene dietro quelle folli risate alla Syd Barret; noi non possiamo che rimanerne ammaliati.
Il secondo lato si apre con I Hate All The Time e il muro di suono dei Go!zilla si fa invalicabile. I’ve Seen A Riot ti scaraventa a terra, ti calpesta e ti prende a calci nello stomaco come neanche “Hey Ho Let’s Go” dei mitici Ramones potrebbe fare. Poi arriva Down In Your Thoughts e rifiatiamo giusto un attimo, perché le chitarre viaggiano indomabili come quei pensieri che ti si tatuano in mente prima di chiudere gli occhi. Rubbish Minds è il giusto preludio alla fine del disco che con Xilitla ci coccola in un blues primordiale da danza voodoo.

Tracklist:
1.Melting
2.Sinking in Your Sea
3.Looking in the Mirror
4.Pollution
5.Hiding Away
6.I Hate All the Time
7.I’ve Seen a Riot
8.Down in Your Thoughts
9.Rubbish Mind
10.Xilitla

Line Up:
Luca Landi – guitar and vocals
Fabio Ricciolo – drums and vocals
Mattia Biagiotti – guitar and vocals

GO!ZILLA – Facebook

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

The HangeeS - Heading Back to the Good Valley

The HangeeS – Heading Back to the Good Valley

Stavo ascoltando i Monks, e a rifletterci mi sorge spontaneo un dubbio: cosa avrebbe pensato se invece dei monaci ci fossero stati sul piatto gli HangeeS con il loro nuovo disco la cui data di pubblicazione è il 2022?

RIBBON STAGE – HIT WITH THE MOST

Avevamo già parlato, l’anno scorso, delle Ribbon Stage, terzetto newyorchese a trazione femminile (“Anni Hilator” al basso e voce e “Jolie M-A” alla chitarra e cori, coadiuvate da Mari Softie alla batteria) autore di un indie/noise pop che profuma deliziosamente di (altri) anni Ottanta, quelli di compilation come “C86”, e che avrebbe fatto la fortuna di etichette come la Sarah Records.