Dragon’s Kiss – Barbarians Of The Wasteland

Dragon's Kiss - Barbarians Of The Wasteland 1 - fanzine

Dragon’s Kiss – Barbarians Of The Wasteland

Hugo Conim, chitarrista portoghese, e Adam Neal, cantante americano, hanno unito le loro forze dando vita ai Dragon’s Kiss in quel di Lisbona poco più di un anno fa e, dopo l’EP di esordio “Somewhere Up in the Mountains”, licenziano per la Killer Metal Records il loro primo full-length, questo cattivissimo e ignorantissimo Barbarians of the Wasteland.

La line-up ufficiale della band è composta solo dai due musicisti che si sono fatti aiutare comunque da altri poco raccomandabili tipacci: Paulo Vieira, Rafael Maia e Pedro Pita.
Barbarian’s of the Wasteland propone un metal sguaiato, urlato dal vocalist statunitense che non si risparmia in tutto il disco portando la sua voce sempre al limite, e gli otto brani che compongono l’ossatura dell’album richiamano svariate band del panorama metallico, anche di generi diversi ma sempre con una ruvidezza di fondo e tanta sana pazzia, dagli Wasp ai Running Wild con un pizzico di southern e di heavy classico priestiano,.
Formano davvero una bella coppia i due musicisti, Hugo Conim, infatti, non rimane certo a guardare maltrattando sì la propria chitarra ma regalando anche notevoli assoli, ora metallici, ora dal sapore hard rock.
Ci si diverte all’ascolto di questi barbari, tutte le song spaccano, sia quelle più veloci nelle quali il rock’n’ roll alla Motorhead fa capolino (Rock ‘n ‘Roll Soldiers), sia i quelli cadenzati come la lunghissima e stonata Castle of the Witch, grandissimo e ignorantissimo pezzo dove il vocalist comanda le operazioni con la sua ugola roca, sguaiata ma personalissima, vera mattatrice di questo lavoro.
La tracklist comprende anche due cover decisamente riuscite, Somewhere Up in the Mountains dei Marquis De Sade, band britannica dedita alla NWOBHM attiva a cavallo degli anni ‘70/’80, e la già citata Rock ‘n ‘Roll Soldiers, tratta da “Declaration of War “, storico esordio datato 1977 del gruppo hard rock/punk americano The New Order.
L’album si chiude con la trascinante I Embraced the Serpent and the Devil in the Dark, sei minuti tra metal, hard rock e rock’n’roll dove la band gioca il suo jolly congedandosi con un brano super.
Niente di nuovo sotto il sole, ma tanto divertimento ed attitudine per questo debutto che merita sicuramente di essere ascoltato.

Tracklist:
1. Barbarians of the Wasteland
2. Ride for Revenge
3. Ride Till We Die
4. Wild Pack of Dogs
5. Somewhere up in the Mountains
6. Castle of the Witch
7. Rock ‘n ‘Roll Soldiers
8. I Embraced the Serpent and the Devil in the Dark

Line-up:
Adam Neal – Vocals
Hugo Conim – Guitars

DRAGON’S KISS – Facebook

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.