Dilaila – Tutorial

Una band che si muove su livelli qualitativi degni di nota

Dilaila – Tutorial 1 - fanzine

I Dilaila, band milanese composta da Paola Colombo, Claudio Cicolin, Luca Bossi e Riccardo Lecchini, ormai giunti al sedicesimo anno di attività (si sono formati nel 1998), ritornano, dopo l’album “Ellepi” del 2010 (Pippola Music) con i nove brani del nuovo e raffinato Tutorial.

La leggera e distesa Storia Di Una Scema Che Diventò Farfalla, tra voce in primo piano, delicati cori e melodie avvolgenti, introduce il rilassato ondeggiare di Non Ci Prenderanno Mai e le atmosfere leggermente più tormentate di Se Io Fossi La Notte (chitarra e batteria a tener le redini).
I Mostri Sotto Al Letto, lenta e coinvolgente, galleggia tra chitarra, pianoforte, voce e batteria, mentre le contrapposizioni della romantica A Caso (Sto Pensando A Lui), fanno da apripista al veloce e sinuoso scivolare dell’affascinante Radio ’96.
Il composto mutare e cambiare di Fiori Urlanti, infine, lascia che a chiudere sia il caldo e intenso svilupparsi della sognante Il Gran Sole Di Hiroshima.

Con questo nuovo disco i Dilaila confermano di essere una band che si muove su livelli qualitativi degni di nota. I nove brani presentati, infatti, affondando le radici nella passione per la musica italiana degli anni ’60/’70 (vengono in mente Mina, Nada e Patty Pravo, per esempio), non stancano mai, dimostrando di essere tutti ben strutturati e congegnati (ad esempio per quanto riguarda arrangiamenti e testi). Un ritorno gradito.

Tracklist:
01. Storia Di Una Scema Che Diventò Farfalla
02. Non Ci Prenderanno Mai
03. Se Io Fossi La Notte
04. I Mostri Sotto Al Letto
05. A Caso (Sto Pensando A Lui)
06. L’Amore In Fuga
07. Radio ’96
08. Fiori Urlanti
09. Il Gran Sole Di Hiroshima

Line-up:
Paola Colombo
Claudio Cicolin
Luca Bossi
Riccardo Lecchini

DILAILA – Facebook

Avatar

Autore: Francesco Cerisola

Ho scritto per Musicboom (inutile che cerchiate il sito, non esiste più nulla, purtroppo), ho fatto alcuni mesi su Rockit e faccio parte della DreaminGorilla Records.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.