devastator – undergroundnroll

Vengono da Lucca,sono attivi dal 2001 e,fra cambi di formazione e varie vicissitudini,arrivano con questo “Underground’n’roll” al terzo album.
Sono in tre e hanno energia e tecnica da vendere,propongono un bell’esempio di hard-core molto coinvolgente,un po’ metalloso ma non troppo ,che può ricordare i Jingo de lunch e gli Agnostic front.

Secondo me,se proprio la si vuole cercare,un pecca ce l’hanno e sta nel cantato,per i miei gusti,a tratti un pò troppo “carico”.
I miei pezzi preferiti sono “Cemetery beach” molto punk’n’roll,”Smash metal drink” e “My sweet cardinal” le quali battono, sopratutto la prima,sentieri non troppo lontani da Zeke e New bomb turks.
Particolare non trascurabile la bellissima confezione che aggiunge al tutto un ulteriore nota di merito.

Avatar
Il Santo
calcagnoluca31@gmail.com

Il Santo alias Luca ovvero il secondo (o il primo,fate voi) urlatore alla sbarra,a proposito tutti sul podcast ad ascoltarci.Il sopranome l'ho adottato non per motivi religiosi, ma ispirandomi al miticopersonaggio interpretato da Roger Moore nello splendido telefilm Simon Templar.MI piace ascoltare musica,leggere,il gioco del calcio,pensare con la mia testa.Mi piace il sublime e il terribile, il rock'n'roll piu' semplice ma anche un sacco di altre cose. Mi piacciono le persone che non si fanno di inutili menate per questo mi piacciono Simone e Loriana e per questo scrivo e sostengo In your eyes.