Demon Project – Revival

Demon Project - Revival 1 - fanzine

Demon Project – Revival

Gran bel colpo della Revalve che si assicura le prestazioni dei Demon Project, stupefacente band russa autrice di un death metal melodico, martoriato da iniezioni sonore elettroniche, che ne fanno un combo dall’alto potenziale.

Molto famosa in patria, la band è al quarto lavoro, dopo l’esordio del 2007 (“Fear Is My Rage”), “Kara Ora”, full length del 2009 e “Faces Of Yaman” del 2010 registrato addirittura ai Fascination Street, sotto lo sguardo attento di mister melodic death, Dan Swanö (ospite al microfono) e la produzione di Jens Bogren, già al lavoro con il meglio del genere proveniente dalle terre del nord(Opeth, Soilwork, Amon Amarth) e non solo (Paradise Lost, God Forbid).
Revival è il nuovo Ep che conta cinque nuovi brani di melodic death/industrial avvincente, melodico e dal feeling altissimo, che non si risparmia nel bombardare l’ascoltatore con scariche di metallo estremo e splendidi inserti elettronici.
Scandinavian death metal e industrial vanno a spasso, accompagnati da qualche accenno metalcore, specialmente quando la voce in growl lascia spazio alle clean vocals, buone parti che diventano ottime nelle cavalcate tutte cattiveria e dalle ritmiche toste e dannatamente accattivanti.
E’ qui che il gruppo fa la differenza, riuscendo ad essere estremo, ma allo stesso tempo entrando di prepotenza nella testa con un songwriting davvero elevato, confezionando cinque brani notevoli.
Immaginatevi, Soilwork, Edge Of Sanity e In Flames mixati con inserti elettronici, che rendono la musica ancora più piena, coinvolgente, sia che si scelga di forzare il sound o di elargire buone melodie core, facendo l’occhiolino al genere estremo più trend del momento.
Ottima band, con un lotto di brani dalla notevole levatura: un altro grande acquisto in casa Revalve.

Tracklist:
1.Afterglow
2.Human Factory
3.Lux In Tenebris
4.The Touch
5.Unspoken

Line-up:
Dmitry – vocals, guitars
Roger – guitars
Mihail – drums
Alex – bass

DEMON PROJECT – Facebook

Tags:
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.