iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Dark Moor – Ars Musica

I madrileni Dark Moor sono sulla breccia ormai da oltre un decennio, nel corso del quale hanno dato alle stampe quasi un full-length ogni anno mantenendo un livello qualitativo medio di tutto rispetto.

Dark Moor – Ars Musica

Con questo nuovo disco la band capitanata dal talentuoso ed esperto chitarrista Enrik Garcia mette in mostra nel migliore dei modi la propria capacità di creare atmosfere sinfoniche ricche di orchestrazioni sobrie e di melodie accessibili ma non per questo banali.
Ars Musica è un lavoro che mostra diversi volti del combo spagnolo ed è tutto sommato proprio la sua varietà a renderlo interessante anche a chi, provenendo da sonorità più estreme, nell’avvicinarsi a un genere così sbilanciato sul versante melodico rischia di subire un brusco rialzo del proprio tasso glicemico.
Se First Lance Of Spain presenta subito i Dark Moor come una sorta di risposta mediterranea ai grandi Ten, This Is My Way si avvicina pericolosamente in alcuni frangenti alla quasi omonima e notissima canzone, sconfinando così in territori decisamente AOR.
Il trittico successivo composta da The Road Again, Together As Ever e The City Of Peace chiarisce perché, indipendentemente dalle preferenze musicali, si debba comunque dare un ascolto all’operato dei Dark Moor: questi brani sono coinvolgenti e dotati di passaggi che restano impressi in maniera indelebile nella memoria; oltre all’eccellente lavoro alla chitarra del già menzionato Enrik, va rimarcata la prestazione vocale di Alfred Romero, convincente e priva di sbavature, ma è senza dubbio il lavoro d’insieme della band che rende Ars Musica un disco riuscito sotto ogni aspetto.
Anche i momenti a maggior rischio di enfasi, come la ballad Gara And Jonay e l’epicissima El Último Rey, dal testo in lingua madre, vengono affrontati dal quartetto madrileno con un gusto e una classe che riescono a rendere credibili tracce che, in mano ad altre band, finirebbero per apparire scontate nel primo caso e decisamente pacchiane nel secondo.
Da segnalare anche due bonus-track, tra le quali una riuscita versione acustica di The Road Again, utili ad impreziosire un disco che consolida il valore indiscutibile della band iberica.

Tracklist :
1. Ars Musica (Intro)
2. First Lance of Spain
3. This is my Way
4. The Road Again
5. Together as Ever
6. The City of Peace
7. Gara and Jonay
8. Living in a Nightmare
9. El Último Rey
10. St. James Way
11. Spanish Suite (Asturias)
12. The Road Again (Acoustic version – Bonus track)
13. Living in a Nightmare (Orchestral version – Bonus track)

Line-up :
Enrik García – Guitars
Alfred Romero – Vocals
Roberto Cappa – Drums
Mario García González – Bass

DARK MOOR – pagina Facebook

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Forever Falling – The Determinism of Essence in Matter

The Determinism of Essence in Matter, nonostante i riferimenti filosofici del titolo siano suggestivi di una certa profondità concettuale, è un lavoro che penetra con un certo agio le difese dell’ascoltatore grazie a un approccio sincero, fluido e privo di artifici al funeral death doom da parte dei Forever Falling.

Samsara – Charon’s Lullaby

I Samsara offrono tre quarti d’ora di death doom atmosferico di eccellente pregio; Charon’s Lullaby trova il suo fulcro in due lunghe tracce lungo le quali melodie struggenti si inseguono senza soluzione di continuità, sostenute da un comparto ritmico comunque robusto.