Bureviy – Concealed Beyond The Space

I Bureviy interpretano la materia con buona convinzione e diversi spunti di rilievo, pur tra qualche imperfezione.

Bureviy – Concealed Beyond The Space

Gli ucraini Bureviy arrivano al full length d’esordio dopo il classico demo di assaggio pubblicato 2 anni fa.

La band di Lviv propone un pagan black metal che nell’area geografica sta trovando diversi adepti e conseguentemente fornendo buoni risultati.
I Bureviy interpretano la materia con buona convinzione e diversi spunti di rilievo, pur tra qualche imperfezione.
L’alternanza delle voci è forse l’aspetto che meno convince, non tanto per le doti dei singoli, quanto per il connubio un po’ forzato tra le clean vocals di stampo dark di Nemezis e lo screaming disperato e straziante di White Fury, più attinente ad un disco depressive che non a questo stile.
Va da sé che questo aspetto sicuramente finisce per caratterizzare maggiormente il lavoro dei ragazzi ucraini, capaci di riversare in questi sette brani una buona dose di furia che si sposa efficacemente, in questo caso, con un gusto melodico sufficientemente spiccato.
I brani alternano sfuriate di stampo black a rallentamenti che, sovente, coincidono con i passaggi più evocativi, il che rende alla fine Concealed Beyond the Space un disco buono ma foriero per i suoi autori di ulteriori progressi in futuro.
I Bureviy confermano, ad ogni buon, conto la vitalità della scena metal ucraina, in grado di offrire ottime band un po’ in tutti i sottogeneri, con una spiccata predilezione per il gothic e per quelli più estremi.

Tracklist:
1. Time
2. In Bonds of Waves
3. Eclipse
4. Concealed Beyond the Space
5. The Lace of the Norns
6. Darradarljod
7. Gravsted

Line-up:
ValkyriAnn – Bass
Winterheart – Guitars
Raven – Guitars
Nemezis – Vocals
White Fury – Vocals
Jotunhammer – Drums

BUREVIY – Facebook

https://www.youtube.com/watch?v=uCEuqqGxB9c

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Alberica Sveva Simeone – The wormcave

Primo romanzo della scrittrice romana Alberica Sveva Simeone per le edizioni Plutonia Publications dello scrittore e ottimo divulgatore del fantastico con il suo podcast Plutonia Publications.

“Riflessioni sulla pena di morte” di Albert Camus, edito da SE

Riflessioni sulla pena di morte di Albert Camus

“Réflexions sur la guillotine” è un saggio del ’57 di Camus che appare prima sulla “Nouvelle Revue Francaise” e poi nel libro “Réflexions sur la peine capitale”

Alexander Gonzalez Delgado

Gonzalez Delgado (o più semplicemente Sasha), nonostante l’avversione di Zuckerberg per il corpo nudo e i capezzoli femminili in primis.