Bob Rock Radio Stagione 02 Puntata 09

Bob Rock Radio Stagione 02 Puntata 09

…e torniamo da dove siamo nati. Un nuovo lockdown, una nuova zona rossa e la certezza che fare Bob Rock Radio sia un antidoto a tutto questo, un generatore di endorfine a bassa fedeltà.

Questa settimana abbiamo come ospiti i fantastici Braces Bros, due fratelli (pure gemelli!) che trasudano passione per la musica che ci piace. Sono simpatici, ne sanno a pacchi e sarebbero stati compagni perfetti per i tempi della fanzine.

Se non che anagraficamente potrebbero essere quasi figli nostri!

Nevermind the lockdown, here’s Bob Rock Radio!

1 Sigla!
2 Surfin’ Bird – The Cramps
3 En El Barrio – El Vez
4 Get Yourself Home – The Insomniacs
5 10.15 Saturday Night – The Cure
6 The Bird’s The Word – The Rivingtons
7 Get Off Of My Cloud – The Rolling Stones
8 Guest: Braces Bros – Ivan
9 Panic – The Smiths
10 Guest: Braces Bros – Yuri
11 Bla Bla Bla – Toots And The Maytals
12 Camel Walk – Southern Culture On The Skids
13 Faith – Manicured Noise
14 Puddy Cat – Wade Curtiss & The Rhythm Rockers
15 Tin Soldier – The Small Faces
16 Sugar Man – The Monkeywrench
17 Evidently Chickentown – John Cooper Clarke
18 Outro

Tutte le puntate di Bob Rock Radio Show

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Still No One -This is fuel

Still No One -This is fuel: esordio discografico sulla lunga distanza per i trevigiani Still No One dal titolo “ This is fuel”, autoprodotto.

Casual Boots – Casual Boots

Casual Boots: a comporre questo ep fresco di uscita ci pensano quattro pezzi: l’agrodolce Flowers and Raindrops, la smithsiana Lost Things, la fiammata punk di Attitude (il mio brano preferito del lotto) e gli echi degli Housemartins  contenuti in Empty Room.

Memoriam – Rise to power

Atteso ritorno dei Memoriam, il gruppo death metal fondato dal cantante Karl Willetts ex dei Bolt Thrower  da Frank Healy bassista dei Benediction ed ex chitarrista dei Napalm Death, insomma la crema del death metal, coadiuvati molto bene da Scott Fairfax alle chitarre e Spike T. Smith alla batteria.

Cosa resta del duemilaventidue

  Un altro anno se n’è andato, portandosi dietro le scorie di dodici mesi costantemente vissuti al di sotto delle nostre possibilità, castrati da un contesto sociale che non riusciamo a modificare in alcun modo. I sogni anche per questa volta sono rimasti tali, immutati