Bestial Invasion – Silent Wonders

Sette pollici di debutto per la thrash band ucraina.

Bestial Invasion – Silent Wonders

Silent Wonders dei Bestial Invasion è thrash metal old school colmo di cambi di tempo, ma sgraziato il giusto per non essere indigesto ai fans del genere, tutti violenza e pogo.

La band proviene dall’Ucraina e lascia le presentazioni a questo sette pollici formato dall’inedito Seven Wonders e dalla cover di Damien degli statunitensi Morbid Saint: il loro è un thrash tecnico caratterizzato dalla prova della brava e bella Nastya, singer dal particolare cantato, lasciato libero di scorrazzare sulle scale e le ritmiche dei suoi compagni d’avventura.
Il brano inedito lascia intravedere buone potenzialità: vanno via veloci e con gran tecnica questi musicisti dell’Est, impostando il loro sound su un’amalgama riuscita di tecnica ed impatto, tra la furia dei Death Angel e la tecnica di band come Coroner e Mekong Delta.
Vecchio e nuovo continente si alternano tra le influenze del gruppo, con i gruppi storici dai quali la band cerca di prendere il meglio, facendo il possibile per non apparire eccessivamente derivativa.
Un brano è oggettivamente troppo poco per cercare di capire che strada prenderà il gruppo ucraino, ma ci permette di essere ottimisti sulla riuscita di un futuro Ep o addirittura di un full length, con i quali potremo avere un quadro più completo della musica suonata dai Bestial Invasion e delle loro reali potenzialità.

Tracklist:
01. Silent Wonders
02. Damien (Morbid Saint cover)

Line-up:
Unknown Nastya – vocals, lyrics, concept
Metal Priest – bass, managment
Evgeniy Maestro – guitars
Ivan Semenchuck – drums

BESTIAL INVASION – Facebook

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

“Riflessioni sulla pena di morte” di Albert Camus, edito da SE

Riflessioni sulla pena di morte di Albert Camus

“Réflexions sur la guillotine” è un saggio del ’57 di Camus che appare prima sulla “Nouvelle Revue Francaise” e poi nel libro “Réflexions sur la peine capitale”

Alexander Gonzalez Delgado

Gonzalez Delgado (o più semplicemente Sasha), nonostante l’avversione di Zuckerberg per il corpo nudo e i capezzoli femminili in primis.

The Rellies - Monkey / Helicopter 7"

The Rellies – Monkey / Helicopter 7″

The Rellies : adoro questo gruppo di fanciulli, suonano semplice e sghembo come piace a me e, a quanto pare, non sono l’unico giacché questo singolo viene licenziato da un’etichetta stravirtuosa come la Damaged Gods.