Basta poco, che ce vo’

Basta poco, che ce vo’

“Basta poco, che ce vo’ “ di Bob Accio


… ed oltre a tutti i problemi reali che viviamo nelle nostre vite ogni giorno, sorge anche il problema del non mettere MAI un “I like” al post di un’amicizia virtuale, che altro non rappresenta che il comportamento anomalo, nonché specchio della immaturità umana che ci appartiene. Miseria schifosa, ma prendete una posizione, e poi si parla dell’immobilismo culturale italiano, il popolo che accetta tutte le incongruenze della politica, un popolo di zombie. Si direbbe, “beh, ma che cazzo ti frega, stai a dare importanza a tali cavolate?”, invece dico che non sono cavolate, sono semplicemente barriere mentali che identificano e scoprono un comportamento egoistico, l’aperitivo di un banchetto che celebra pantagruelicamente il proprio sopravvalutato IO, meglio rinvenuto ne “L’avaro” di Molière.

Il vero è che non c’è una strutturata elevata statura in molti di noi che ci faccia affacciare al prossimo, né in curiosità e men che meno in condivisione; si tratta il proprio benestare verso altri, il famigerato “I like” dei social net, come fosse una pepita d’oro da elargire ad altrui vantaggio, che non è propriamente il personale tornaconto (eh eh!).

E’ questo il “FESTIVAL delle amenità”, il tripudio della chiusura dei confini e l’innalzamento della manifesta ignoranza che serpeggia culturalmente/socialmente nella maggioranza delle persone (adesso li ritrovi anche tu i prodromi del fascismo, sai da dove partono); quindi, Datevi,Offritevi al prossimo, siate amichevoli. 


Prendendo spunto da un post di Bob Accio, reviewer sulla nostra ezine, noi di In Your Eyes vogliamo bandire in sordina un mini concorso letterario il cui oggetto del tema sarà il seguente:


Cos’è l’amicizia?

Invitiamo ad incollare di seguito, nello spazio sottostante riservato ai commenti, un proprio scritto, un temino, sull’argomento proposto, esercitando in tal modo la individuale capacità di raccontare ed esprimere pensieri in libertà. 

Oltrepassato un mese dalla data di pubblicazione dell’articolo in questione, la redazione si riserverà di premiare, scegliendo tra i temini giunti, uno che abbia avuto la forza di conquistarci e a cui regaleremo la nostra stupenda shopping bag.

19 Condivisioni
Bob Accio
Bob Accio
[email protected]

Da sempre appassionato di musica, tanto che ne ha fatto una religione fin da adolescente... è invece oggi un 40enne incallito - come del resto potrebbe anche non esserlo - e si dedica anche alla scrittura e alla lettura, ha in cantiere di scrivere un romanzo e una silloge poetica, ma assorbire musica in tutti i modi possibile è quello che gli riesce meglio. Ha lavorato in una webradio agli albori della nuova decade conducendo una rubrica letterario/musicale, gestiva un sito di scrittura amatoriale, very cool, accreditato a "scrivolare.it" , esperienza che si è conclusa un paio di anni fa.

8 Comments
  • admin
    admin
    Posted at 18:17h, 08 Febbraio Rispondi

    l’amicizia è in your eyes 🙂

  • Sabina fiandaca
    Posted at 19:46h, 08 Febbraio Rispondi

    non dire《se hai bisogno sono qui》ma capirlo ed esserci

  • Bob Accio
    Posted at 20:24h, 08 Febbraio Rispondi
  • Bob Accio
    Posted at 13:52h, 03 Marzo Rispondi

    Con enorme non sorpresa prendo nota dell’atarassia legata al post. Spero che Sabina vinca il piccolo premio messo in palio. Ormai siamo agli sgoccioli….

    • admin
      admin
      Posted at 18:02h, 04 Marzo Rispondi

      ma ha un termine il concorso?

  • Bob Accio
    Posted at 13:33h, 05 Marzo Rispondi

    “Oltrepassato un mese dalla data di pubblicazione dell’articolo in questione, la redazione si riserverà di premiare, scegliendo tra i temini giunti, uno che abbia avuto la forza di conquistarci e a cui regaleremo la nostra stupenda shopping bag.” -_-

  • Maria Grazia Ferro
    Posted at 13:17h, 06 Marzo Rispondi

    Che cosa mi ha insegnato l’amicizia, in ordine sparso:
    Che si può volere bene a una persona in poco tempo, solo d’istinto, senza aspettare che se lo meriti.
    Che le persone si possono “sentire” anche quando non parlano.
    Che dire ‘Grazie per aver aspettato” è meglio di “Scusa per il ritardo”
    Che i complimenti spronano più di qualsiasi critica.
    Che dire “Parlami di te, ti ascolto” fa sentire speciali
    Che esistono mille tipi di sorrisi, basta solo osservare
    Che l’ironia ci salverà sempre.
    Che ironizzare e sbeffeggiare sono due cose diverse.
    Che da un amico non si finisce mai di imparare

  • Bob Accio
    Posted at 17:04h, 09 Marzo Rispondi

    Il Bob qui presente, autore dell’articolo, investito della carica di ambasciatore della redazione di InYourEyes ezine, la quale trovandosi in pieno accordo, sancisce per Sua volontà, innanzitutto la chiusura del concorso, come inserito nel testo, e si riserva di premiare lo scritto di Maria Grazia Ferro con la paperbag della ezine, perché è stato quello che è piaciuto di più. Inoltre ringrazia tutti gli amici lettori e i partecipanti al thread! Grazie.

    P. S. La vincitrice è pregata di scrivere alla redazione fornendo il proprio indirizzo postale così potrà ricevere il premio. Email: [email protected]

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.