Avoral – War Is Not Over

Avoral - War Is Not Over 1 - fanzine

Avoral – War Is Not Over

Nati nel 2012, praticamente dalla fusione di due band, una power ed una dedita al black sinfonico, fanno il loro esordio gli epic metallers Avoral sotto l’egida di Club Inferno.

Il combo lombardo che nel 2013 si è trovato alle prese con la defezione del chitarrista Legion, rimpiazzato dall’ex Chaos Theory Samael, piazza un ottimo colpo con questo epico e guerresco War Is Not Over, catapultandoci in un’era di spade, scudi e battaglie sanguinarie, memorabili scontri raccontati con l’aiuto di un metal power solenne e di bellissime parti folk dove l’ambientazione fantasy è ottimamente sorretta da melodie antiche e di grande effetto.
Ospiti illustri della scena metal nostrana impreziosiscono il lavoro dei nostri, sono infatti della partita Maurizio Cardullo dei Folkstone, Laura Brancorsini, ex Furor Gallico al violino, Simone Malan degli Henderwyd al violoncello e, a sottolineare ancor di più la parte violenta del concept, Davide Valerini degli Obsolete Theory ad occuparsi delle vocals graffianti in stile hardcore.
Prendendo ispirazione dal meglio della letteratura fantasy, la band racconta la storia di Oberon, personaggio di cui vengono descritte le vicende tra momenti di epico metallo incandescente e ottime atmosfere folk.
War Is Not Over poi cresce con gli ascolti, la carne al fuoco è tanta e non ci si annoia, le voci raccontano la storia con ottima padronanza del microfono, ora evocative, ora teatrali fino alle sfuriate dell’ospite Valerini, i personaggi sono interpretati con trasporto rendendo la storia trascinante.
Da rimarcare la tecnica dei musicisti al servizio delle varie tracce, a completamento del grande lavoro in fase di songwriting e canzoni che, dalla prima, bellissima, Ivory Gates, creano questa sorta di mondo parallelo dove battaglie (Take The Power), oscuri passaggi dark epici (I’ll Rise Again) e viaggi forieri di conoscenza (Journey To The Glory) formano questo primo capitolo della saga epica di Oberon.
Un ottimo album, dunque, assolutamente consigliato agli amanti del metal epico e ai true metallers, pregno com’è di ottime ritmiche heavy/power e solos fusi nell’acciaio: da avere.

Tracklist:
1. Ivory Gates
2. Unwanted Treason
3. Take the Power
4. Ill Rise Again
5. Dark Caves Melody
6. Journey to the Glory
7. War Is Not Over

Line-up:
Bolthorn – Bass
Nurgan – Drums
Ged – Guitars
Frank – Vocals
Samael – Guitars

AVORAL – Facebook

Tags:
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.