artisti vari – the wildest things in the world split 7inches

artisti vari - the wildest things in the world split 7inches 1 - fanzine

artisti vari – the wildest things in the world split 7inches

(Boss hoss records) Dopo l’ellepi d’esordio dei garagerockers nostrani Barbacans,la Boss hoss records si rifà viva con questo 7″ split che vede confrontarsi quattro bands rappresentative di quattro diversi paesi.

La battle of the bands ha inizio con i già citati Barbacans che con “Cut you head G.S.” dimostrano indubbi miglioramenti rispetto al loro già mirabile esordio a 33 giri “God save the fuzz”,il loro brano,in puro stile garage revival, personalmente mi ha ricirdato i migliori Miracle Workers,è sostenuto da un gran lavoro di tastiera e fa presagire grandi cose per il loro immediato futuro.
A seguire troviamo i britannici Vicars con “Can’t you see” dall’attitudine trashy tipo Sonics,nelle loro note mi è sembrato di ascoltare “I need you” dei kinks e se a voi questo non sembra un complimento…
Il lato B è inaugurato dagli argentini Los Peyotes con l’ottima “Pintalo de maron” un brano garage screziato da ottime iniezioni power-pop e con tocchi quasi freakbeat, alla Embrooks, sopratutto quando il cantato lascia spazio agli strumenti.
Chiudono le danze i messicani Los Explosivos con una buona cover del classicissimo “I can only you everything”,che, nella loro lingua madre diventa “No eres para mi”; attitudinalmente presentano un garage dal taglio molto punk nel solco degli immensi Fuzztones.
A tanta quallità a livello sonoro fa da corollario un’ottima veste grafica che non da adito a dubbi nell’ascoltatore su quanto andrà ad ascoltare.
Dischi come questo si comprano:ascoltare,supportare,diffondere.

Save the vynil!

Info e contatti:
waww.myspace.com/bosshossrecordsitaly
info@bosshossrecords.it

artisti vari - the wildest things in the world split 7inches 2 - fanzine

Il Santo
calcagnoluca31@gmail.com

Il Santo alias Luca ovvero il secondo (o il primo,fate voi) urlatore alla sbarra,a proposito tutti sul podcast ad ascoltarci.Il sopranome l'ho adottato non per motivi religiosi, ma ispirandomi al miticopersonaggio interpretato da Roger Moore nello splendido telefilm Simon Templar.MI piace ascoltare musica,leggere,il gioco del calcio,pensare con la mia testa.Mi piace il sublime e il terribile, il rock'n'roll piu' semplice ma anche un sacco di altre cose. Mi piacciono le persone che non si fanno di inutili menate per questo mi piacciono Simone e Loriana e per questo scrivo e sostengo In your eyes.

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.