Posts in category

recensioni



Non è ritmo, non è musica, è una mutazione elettronica di qualcosa di molto più antico, un uomo che suona la musica ed un altro che rielabora, il tutto secondo il loro gusto, e seguendo quell’unione che le musiche sanno compiere e benedire, come all’inizio dei tempi.
https://manyfeetunderconcrete.bandcamp.com/album/avsa-parallels

Condivisioni 13
Share

Come molte delle scene meno note a livello globale la scena coreana, almeno quella fotografata dall’Ameniia, rielabora molto bene alcune tendenze della techno moderna

Condivisioni 3
Share

i Me, The Other And hanno acquisito le cose migliori del trip hop e non solo per arrivare a schiudere le ali e fare qualcosa che potrebbe essere definito come il soul, una nuova veste per un uomo elettronico.

Condivisioni 15
Share

Aria di masterpiece soffia in questo dosato e geniale lavoro di HLFMN, autore e produttore nostrano, che in pochi anni si è posto all’attenzione del mondo musicale con doti compositive che attraggono con forza profonda e influente, qui risulta anche finemente dolce ed evocativo di paradisi sconosciuti.

Condivisioni 18
Share

The Album vorrebbe riuscire a stimolare positivamente il nostro cervello, spronandolo a farlo ragionare, rifiutando l’oppio quotidiano che ci viene propinato.

Condivisioni 18
Share

Freakshow è una storia di mostri umanissimi tra umani un po’ mostri. Il circo itinerante Korallo’s gira nella spazio per proporre il suo spettacolo. La ciurma diretta da Korallo, anima e boss di questa attività, è formata da un popolo selezionato di freak, esseri deformi e fenomenali, questi monstrum nell’accezione latina: dei prodigi, esseri fenomenali, …

Condivisioni 56
Share

Invecchiando i leoni restano leoni

Condivisioni 6
Share

Note che vengono giù come gocce di pioggia dopo la siccità, territori che si espandono nella nostra mente, la luce arriva su tutto e poi si ritrae veloce per farci vedere colori nel buio.

Condivisioni 2
Share

La varietà e la qualità della raccolta sono incredibili, e a noi italiani piacerà molto, perché ha un gusto vicino agli anni sessanta e settanta italiani, con pezzi quasi lounge nell’accezione di lounge italiano, e soprattutto è un documento molto importante di una musica sudamericana altra, molto diversa e varia.

Condivisioni 3
Share

Landero è uno dei punti più alti della cumbia mondiale, e questa raccolta mette insieme alcune delle sue produzioni, ed è imprescindibile non solo per il conoscitore ma anche per chi vuole entrare dalla porta giusta in un mondo misterioso ed affascinante.

Condivisioni 1
Share

I Mad Dogs sono più vari e complessi, non hanno una marcia sola ma riescono sempre a costruire un’ottima melodia, con una struttura forte, tenendo sempre alto il divertimento dell’ascoltatore, un disco, veloce, carico e molto divertente.

Condivisioni 40
Share