iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Tom Adams – Voyages By Starlight Ep

Un esordio ispirato e convincente

Tom Adams – Voyages By Starlight Ep

L’inglese Tom Adams, musicista in bilico fra neoclassica, pop ed elettronica, debutta, dopo diversi lavori autoprodotti, per Kowloon Records. Il lavoro, l’ep Voyages By Starlight, concentrandosi su sonorità pop/post rock delicate e sognanti, avvolge e culla con la sua morbida forza evocativa.

L’introduzione pensierosa ed empatica della title track, accarezzando con il suo mix di pianoforte ed elettronica, apre all’emotivo dischiudersi della calda e luminosa Seven Birds (delicata voce in falsetto, crescite sonore degne dei Sigur Ros) e il pacato brillare, tra aperture e chiusure, della introversa Fade.
L’espandersi sostanzioso ed etereo di Stellar, infine, circondando con il suo fascino nebulare, si scioglie tra le note della delicata e pacifica The Last Farewell.

L’ep pubblicato da Tom Adams merita indubbiamente di essere ascoltato. I cinque pezzi proposti, in perfetto equilibrio fra pop, post rock e neoclassica, conquistano ed emozionano in meno di un baleno, scaldando il cuore e regalando fantastici sogni ad occhi aperti. Un esordio ispirato e convincente.

TRACKLIST
01. Voyages By Starlight
02. Seven Birds
03. Fade
04. Stellar
05. The Last Farewell

TOM ADAMS – Facebook

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Liede – Stare Bravi

L’intero disco, escluso qualche piccolo momento di fiacca, si fa notare per la buona qualità complessiva e per la presenza di almeno un paio di fiori all’occhiello

Phidge – Paris

Un disco per nostalgici, forse, ma di quelli ben fatti e in grado di mantenere una propria personalità

Psiker – Maximo

Con questi dieci brani, Psiker costruisce un ampio e personale tributo all’elettro pop italiano di fine anni ’90