through sunken eyes-fried beans and pearl champagne

Pubblicato il

Scritto da

(AUTOPRODOTTO 2008) : dal Bahrain ci arriva in un super lussuoso libretto per la stampa (il migliore fino ad adesso), questo gruppo di Bahrainis, capeggiati da Hostile H, sicuramente un prime mover per la scena, che ha inciso un mini cd poi reinciso con la band con la quale è attualmente : Jasmi alla batteria, Ra’ad alla chitarra e Khalifa al basso. Onestamente non sono per niente male, gli ascolti giusti li hanno fatti eccome, e l’album non manca di inventiva. A parte l’esoticià innegabiile, mai mi era sentito di leggere di una scena metal medioorientale, l’album ha un buon valore musicale ed è certamente migliore di tanti gruppi che firmano per le major. Cosa non trascurabile insultano più volte l’esercito americano. Ultimamente mi è capitato di sentire un alttro gruppo validissimo dalle isole Far Oer, unitamente a questa novità dal Bahrain vuol dire che le periferie stanno recuperando e rielaborando ciò che noi abbiamo abbandonato da tempo, e lo fanno bene. Forse hanno quel genuino entusiasmo che noi abbiamo perso da qualche tempo, forse devono passrare difficoltà che noi diamo per scontate. Un buon disco di trash hardcore, da richiedere. Se volete saperne di più sulla scena mediorientale, andate su www.phride.com il Portale per eccellenza dei reami metal arabi, ah internet che bella cosa…

www.myspace.com/throughsunkeneyes
[email protected]

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.