the statistics-leave your name

the statistics-leave your name

nuova uscita per la jade tree; gli Statistics di fatto sono Denver Dalley (ex chitarrista dei Desaparecidos) attorniato da un paio di amici (compenenti di “the 1989 chicago cubs” e “the good life”). Atmosfere molto rilassate contraddistinguono questi 11 pezzi. L’iniziale “Sing a song” ci ricorda i vecchi, ma smepre cari Pixies; mentr l’ultima “Circular memories” e’ una lunga ballata strumentale che ci porta lontano senza annoiarci. Puo’ essere considerato un buon mix tra new wave e synth/ guitar pop; alcuni pezzi di riportano a gruppi indie dei primi anni novanta, vedi soprattutto “Mr.Nathan” (anche’essa strumentale). E’ un disco che potrebbe andare bene nelle collage-radio statunitensi; come ad esempio “Hours seemend like days” una bomba pop, di cristallina bellezza.Nel complesso non mi hanno fatto una grandissima impressione, anche se ad essere sincero il cd penso di averlo ascoltato almeno una decina di volte e mi non riesce di toglierlo dal lettore. E penso sia un gran bel complimento…..

simone benerecetti
info@iyezine.com
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

the statistics-leave your name

the statistics-leave your name

nuova uscita per la jade tree; gli Statistics di fatto sono Denver Dalley (ex chitarrista dei Desaparecidos) attorniato da un paio di amici (compenenti di “the 1989 chicago cubs” e “the good life”). Atmosfere molto rilassate contraddistinguono questi 11 pezzi. L’iniziale “Sing a song” ci ricorda i vecchi, ma smepre cari Pixies; mentr l’ultima “Circular memories” e’ una lunga ballata strumentale che ci porta lontano senza annoiarci. Puo’ essere considerato un buon mix tra new wave e synth/ guitar pop; alcuni pezzi di riportano a gruppi indie dei primi anni novanta, vedi soprattutto “Mr.Nathan” (anche’essa strumentale). E’ un disco che potrebbe andare bene nelle collage-radio statunitensi; come ad esempio “Hours seemend like days” una bomba pop, di cristallina bellezza.Nel complesso non mi hanno fatto una grandissima impressione, anche se ad essere sincero il cd penso di averlo ascoltato almeno una decina di volte e mi non riesce di toglierlo dal lettore. E penso sia un gran bel complimento…..

simone benerecetti
simone@tatoosa.it

editor of In Your Eyes ezine.

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.