The Cute Lepers Can’t Stand Modern Music

The Cute Lepers Can’t Stand Modern Music

(1-2-3-4 GO RECORDS! in Usa, DAMAGED GOODS in Europa)
da Seattle arrivano questi signori che sfornano un rock abbastanza pompato, che tanti chiamano power pop, termine che aborro volentieri. I ragazzi in questione hanno fatto un cd gradevole e solare, che vi farà cantare i ritornelli mentre andate ad un appuntamento con una ragazza che forse vi darò delle gioie.

Forse. A parte i vostri guai sentimentali, il cd è davvero piacevole, anche se hanno una somiglianza spaventosa con i Jam di sua maestà Paul Weller. Deto questo rimane un bel disco davvero, che senza tanti preamboli ti fà passare in allegria un’oretta, strizzando l’occhio ora agli Screeching Weasel, ora ai Queers, anche se la matrice pop, sentire la voce per credere, è molto marcata. Anni fà c’erano i maestri a fare queste cose, e i Cute Lepers sarebbero stati degli ottimi allievi, ora sono i Cute Lepers che hanno da insegnare qualcosa, e fareste bene a starli a sentire, poichè ci si può divertire anche con un cd, me n’ero quasi dimenticato.

www.thecutelepers.com

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Memoriam – Rise to power

Atteso ritorno dei Memoriam, il gruppo death metal fondato dal cantante Karl Willetts ex dei Bolt Thrower  da Frank Healy bassista dei Benediction ed ex chitarrista dei Napalm Death, insomma la crema del death metal, coadiuvati molto bene da Scott Fairfax alle chitarre e Spike T. Smith alla batteria.

Cosa resta del duemilaventidue

  Un altro anno se n’è andato, portandosi dietro le scorie di dodici mesi costantemente vissuti al di sotto delle nostre possibilità, castrati da un contesto sociale che non riusciamo a modificare in alcun modo. I sogni anche per questa volta sono rimasti tali, immutati

Tropical Fuck Storm - Submersive Behaviour_cover

Tropical Fuck Storm – Submersive Behaviour

È qui e richiede attenzione, perché i Tropical Fuck Storm hanno dimostrato più volte di saper far bene, di saper maneggiare il rock (alternativo, indie, noise, quello che volete) meglio di tanti altri – ma direi di quasi tutti.

Luca Ottonelli

Luca Ottonelli. E’ nato a Genova nel 1969 e ho completato i primi studi artistici avendo come maestro di Figura G. Fasce.