Saintcatherinecollective

Saintcatherinecollective 1 - fanzine

Saintcatherinecollective

I Saintcatherinecollective ci regalano questa mix per l’ultima serata del Riviera, prepariamoci alla grande serata!!!!.

Minimix registrato in presa diretta con Garage Band, quindi nessun aiuto da Traktor, Serato o Abbleton, la session che io e Stefano abbiamo sviluppato è stata “suonata” come fosse un live, due cdj e un mixer, senza interruzioni o correzioni, questo teniamo a dirlo e abbiamo lasciato anche qualche imperfezione che si può ascoltare (magari a qualcuno farà storcere il naso ma qualche piccolo errore in un djset può sempre capitare), in alcuni momenti del mix proprio per dare un’idea più genuina di quello che abbiamo fatto.
il primo pezzo è un mesh-up fra il “gingle” che ci ha fatto Tarta aka Mr.T e Civilization (DJ DLG Lazor Mix) dei Justice, che nonostante passino gli anni sfornano sempre produzioni spacca casse.
Seconda traccia è di “Something A La Mode”, “Show Me (Loops Of Fury Remix), per chi non li conoscesse i SALM sono uno strano gruppo francese che mischia sonorità classiche,(nel gruppo è presente un violoncello) con elettronica e i loro live dicono siano molto simili ad un musical, qui remixati da Loops Of Fury, garanzia di robustezza nel rimescolare i brani che toccano.
Subito dopo uno dei miei pezzi preferiti dell’Italianissimo Broke One , “Go Go Go (Russ Chimes Remix)”, un martellone Italodisco , ottimo prodotto del wonder boy italiano.
Tom Starr remixato da Ado “Two Tone Simms ” introduce la parte un po’ più nera del mix, cassa in quattro con pochi suoni giusto per introdurre Darth & Vader “Return Of The Jedi” , che miscelano bene solidi bassi e qualche eco dubstep.
“I Love London” (Highbloo Remix) di Crystal Fighters ,forse un po’ datato , ma qui è reinterpretato da uno dei produttori del momento Highbloo, e Wolves (JFK of MSTRKRFT Edit) di Beataucue, sono le mie favorite-tracks di questo mix, due bombe, specialmente il mix di JFK che trasforma un traccia già di per sé bella in mini capolavoro.
Altro italianissimo , anche se residente a Londra,Mowgly con “London To Paris” la dice lunga sulla qualità delle produzioni Italiane, segue Dadalife “Through The Pressure” remixato da Designer Drugs della quale consiglio di scaricare i Datamix online mensilmente sul loro sito, e poi Deepressed Buttons “Owl” versione di Para One che introduce la parte più house del mixato che vede in successione, sempre un pezzo di Para One “Kiwi” rivisto da Noob e poi un bel cassa dritta del maestro Popof “Blow Me Down”.
Subito dopo il belga Mumbai Science con una traccia molto vicina alla progressive anni ’90 seguita da una serie di brani con impostazione più rock che dance, cassa/rullante per intenderci:
Ginuwine/Timbaland/Missy Elliot reinterpretati da Adam F in chiave electro, Diplo vs Tiesto ci offrono “C’Mon” altro beat pesante e infine The Boomzers con “Boom” che aprono la strada al pezzo dance dell’anno, “Brrrat” di Armand Van Helden remixata da His Majesty Andrè.
Chiusura Dubstep, con Lucky Date & Midnight Conspiracy, nella “Night Version” del loro brano Veyron.

Saintcatherinecollective

sito web: http://soundcloud.com/saintcatherinecollective

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.