iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

RSD 2023, ecco le uscite più interessanti

RSD 2023, ecco le uscite più interessanti

Il 22 aprile si celebra, a livello internazionale, il “Record Store Day“, che è la giornata mondiale della salvaguardia dei negozi di dischi indipendenti, quest’anno giunta alla sedicesima edizione. L’evento è stato concepito negli Stati Uniti, nel 2007, dall’iniziativa di un impiegato di un negozio indipendente di dischi, Chris Brown, e la peculiarità (nonché scopo principale) del “Record Store Day” è quella di celebrare gli oltre 700 negozi di dischi indipendenti esistenti (e resistenti alle logiche di consumismo esasperato e usa-e-getta proprie della mentalità mainstream dei grandi megastores e della musica liquida digitale) negli Stati Uniti d’America, ma anche le centinaia di migliaia di negozi di dischi indipendenti sparsi in tutto il mondo. La “tradizione” del Record Store Day (al netto di qualche contraddizione, a livello di sponsor ufficiali dell’evento) vuole che in questa giornata speciale (che suole sempre ricadere nel mese di aprile) siano pubblicati tanti prodotti musicali speciali, riedizioni e ristampe ormai introvabili, chicche particolari promozionali create per l’occasione (e valide per un solo giorno, cioè quello del “Record Store Day”) e che vi siano musicisti che promuovono la giornata dei negozi di dischi indipendenti (in veste di “ambasciatori ufficiali”) e anche artisti che partecipano attivamente all’evento, facendo apparizioni speciali, performance inedite e incontri con i fan e con gli appassionati di musica nei negozi. Ovviamente il consiglio che sentiamo di rivolgervi è proprio quello di invogliarvi a frequentare e supportare i negozi di dischi delle vostre città, meglio ancora se sono negozi di dischi indipendenti e aderiscono alla giornata del “Record Store Day”. Vi consigliamo di frequentare i piccoli negozi di dischi indipendenti (ovviamente anche negli altri 364 giorni dell’anno, quando vi capita di fare un salto) perché nelle piccole realtà non asservite alla mentalità consumistica da centro commerciale è possibile respirare ancora un ambiente genuino, perché nei piccoli negozi di dischi esiste ancora il calore del contatto umano, il negoziante spesso può diventare amico del cliente, vi consiglia sui dischi e sulle scelte musicali più opportune per voi, vi fa appassionare e scoprire nuovi mondi culturali, sia sonici che visivi. Nei piccoli negozi di dischi indipendenti sembra di essere in un mondo a parte, e chi è un vero appassionato di musica sa di cosa parliamo: lo spulciare tra i vinili, i cd, gli accessori musicali e il merchandising, le ore trascorse a passare in rassegna i dischi, quel bisogno, quasi feticistico, di stare a contatto con l’oggetto fisico, sentirne l’odore, ma anche l’opportunità di conoscere nuove persone appassionate di musica e iniziare interminabili discussioni sulle band, sui concerti, sui dischi ecc. ecc. ; far nascere nuove amicizie reali, e altre belle cose che si possono vivere solo in un vero negozio di dischi, che magari non sarà comodo come l’avere a disposizione milioni di canzoni in file mp3 da scaricare (su internet, ma volete mettere una bella collezione di vinili con una collezione di file audio sul computer di casa?) nella propria cameretta, ma a livello di fascino e vita sociale è imbattibile.

Support your little local record store! E ora diamo insieme un’occhiata (in ordine alfabetico) alle uscite, a nostro parere, degne di essere segnalate in questa nuova edizione dell’RSD.

Rsd 2023 - Rsd 2023, Ecco Le Uscite Più Interessanti

 

1) THE ADICTS – “FIFTH OVERTURE”

Iniziamo con i veterani glam-punkers inglesi Adicts, dei quali verrà ristampato il quarto album ufficiale, “Fifth Overture“, uscito orginariamente nel 1986, oggi ristampato, in occasione del Record Store Day, su Fallout Records/Jungle Records, in edizione limitata a duemila copie in vinile giallo, corredata da nuova busta interna e inedite foto a colori.

Rsd 2023 - Rsd 2023, Ecco Le Uscite Più Interessanti

2) AGNOSTIC FRONT – “UNITED BLOOD L.P. (THE EXTENDED SESSIONS)”

Ristampa del fondamentale 7″ Ep d’esordio dei newyorchesi Agnostic Front, uno dei primi manifesti della scena NYC hardcore, uscito nel 1983, e oggi ampliato in un 12″ Lp con versioni inedite di classici e primissime registrazioni della band (disponibile in tremila copie registrate in 45 RPM) ed esce su Bridge Nine Records.

Rsd 2023 - Rsd 2023, Ecco Le Uscite Più Interessanti

3) COME – “GENTLY DOWN THE STREAM”

Ristampa dell’ultimo studio album ufficiale dei Come, band indie/alternative di Boston che si caratterizzava per la sua dissonante mescolanza di generi (blues e noise rock imperniati su un songwriting fatto di melodie e intricati passaggi di chitarre) e vedeva nella line up Thalia Zedek e Chris Brokaw dei Codeine. “Gently down the stream” è uscito originariamente nel 1998, e oggi la Fire Records lo ripubblica con il codice per il download e nuove note di copertina.

Rsd 2023 - Rsd 2023, Ecco Le Uscite Più Interessanti

4) DENIZ TEK BAND – “THEN AND NOW”

In occasione del Record Store Day verrà rilasciato un nuovo singolo dalla band di Deniz Tek, veterano chitarrista e membro fondatore dei Radio Birdman, che tramite Wild Honey Records darà alla luce il 7″ (disponibile in sole 500 copie) coi brani “Then and now” e “You cry”. Il quartetto vede anche la presenza alla batteria di Keith Streng dei Fleshtones e della moglie del frontman Deniz Tek, Anne alla chitarra.

Rsd 2023 - Rsd 2023, Ecco Le Uscite Più Interessanti

 

5) THE DONNAS – “EARLY SINGLES 1995-1999”

Raccolta realizzata dalla Real Gone Music (disponibile in sole 1500 copie) dedicata alla (ex) all female rock ‘n’ roll band californiana Donnas, e in collaborazione con essa, per una inedita retrospettiva che assembla il materiale del loro primissimo repertorio, con quattordici brani (tra cui diverse cover) non presenti sugli album ufficiali. Lp rimasterizzato da Mike Milchner disponibile in duemila copie (stampate su vinile color oro metallico) che conterranno foto rare, memorabilia e note di copertina curate dalle quattro musiciste.

Rsd 2023 - Rsd 2023, Ecco Le Uscite Più Interessanti

6) FRANKIE AND THE WITCH FINGERS – “ZAM”

Ritorno in stampa per il quinto (doppio) album ufficiale dei garage/psych rockers losangelini Frankie and the Witch Fingers, “ZAM“, originariamente uscito nel 2019 e andato subito fuori catalogo.  In occasione del “Record Store Day” sarà ristampato in doppio Lp con nuovo artwork, un poster a due lati a colori 24″” x 24″” e un 7″ bonus flexi disc contenente un demo inedito. La label che distribuirà il full length in 2700 copie è Greenway Records.

Rsd 2023 - Rsd 2023, Ecco Le Uscite Più Interessanti

7) GENERATION X – “GENERATION X”

Ristampa in edizione limitata dell’album di debutto omonimo dei Generation X, uno dei dischi più noti e iconici della prima ondata del punk inglese, uscito nel 1978 su Chrysalis Records, la stessa etichetta che oggi ne ripropone la pubblicazione.

Rsd 2023 - Rsd 2023, Ecco Le Uscite Più Interessanti

8) GIANT SAND – “CENTER OF THE UNIVERSE”

Importante reissue, da parte della Fire Records, per il classico “Center of the universe“, album pubblicato nel 1992 della alternative band statunitense Giant Sand, riproposto in doppio Lp, col secondo disco contenente una inedita performance registrata al festival Vermonstrous nel 1992. Nuove note di copertina curate da Howe Gelb.

Rsd 2023 - Rsd 2023, Ecco Le Uscite Più Interessanti

 

9) HALF JAPANESE – “THE BAND THAT WOULD BE KING”

Sempre la Fire Records curerà la ristampa di un altro seminale album indie/alternative rock, “The band that would be king” degli art punkers del Maryland Half Japanese. Disponibile in edizione limitata, in sole mille copie, in vinile color arancio, nuovo artwork e note di copertina curate da Jad Fair e dal produttore Kramer.

Rsd 2023 - Rsd 2023, Ecco Le Uscite Più Interessanti

 

10) HEROIN – “DISCOGRAPHY”

Raccolta completa dell’intera discografia dell’emo hardcore band californiana Heroin, attiva negli anni Novanta. La Southern Lord Recordings ha ristampato, in 1600 copie in doppio vinile, tutto il materiale registrato dal gruppo e il packaging contiene una fanzine con molte foto e note di copertina scritte da Sonny Kay.

Rsd 2023 - Rsd 2023, Ecco Le Uscite Più Interessanti

11) PERE UBU – “RAYGUN SUITCASE”

Ancora Fire Records protagonista di un’altra reissue, quella del disco “Raygun Suitcase” dei fondamentali post-punkers statunitensi Pere Ubu, qui omaggiati con la riedizione di un album originariamente uscito nel 1995, e in occasione dell’RSD, per la prima volta disponibile in formato vinilico, stampato in edizione limitata a mille copie in vinile bianco e con nuovo artwork.

Rsd 2023 - Rsd 2023, Ecco Le Uscite Più Interessanti

12) PIXIES – “DEMOS”

Riedizione, su Cooking Vinyl, delle canzoni registrate, sotto forma di demo, dalla seminale indie/alt. rock band americana Pixies nel marzo 1987 e sono state poi incluse in quelli che sono diventati noti come “Purple Tapes”. Oggi ritorna in formato Ep 10″ in edizione limitata stampato su vinile viola, con rivestimento interno decorato.

Rsd 2023 - Rsd 2023, Ecco Le Uscite Più Interessanti

13) RAMONES – “PLEASANT DREAMS (THE NEW YORK MIXES)”

I Ramones sono ormai un habitué del Record Store Day, e anche all’appuntamento di quest’anno saranno presenti con questa particolare riedizione di “Pleasant Dreams“, sesto studio album ufficiale della punk rock band newyorchese, uscito nel 1981, qui riproposto secondo la versione dei mix originari del produttore del disco, Graham Gouldman, più tre inediti provenienti dalle sessioni di registrazione e non inclusi all’epoca nell’album. Disponibile in 7500 copie vinile giallo e con nuovo artwork.

Rsd 2023 - Rsd 2023, Ecco Le Uscite Più Interessanti

14) THE SISTERS OF MERCY – “THE REPTILE HOUSE E.P.”

In occasione del quarantesimo anniversario della sua uscita, viene ristampato l’influente Ep “The Reptile House“, mini-album inciso dai paladini del gothic rock, i Sisters of Mercy, nel 1983 e da allora fuori dai cataloghi. Registrato dalla line up originale della band, guidata dal frontman Andrew Eldritch (e Craig Adams al basso, Gary Marx e Ben Gunn alle chitarre e Doktor Avalanche alle batterie) oggi viene riproposto in edizione limitata a 4500 copie in vinile color grigio fumo e un poster interno.

Rsd 2023 - Rsd 2023, Ecco Le Uscite Più Interessanti

15) THE SLITS – “(ROUGH) CUT”

Durante le ricerche per una versione deluxe edition in cd uscita nel 2009, sono state scoperte versioni rozze e primordiali dei brani di “Cut“, uno dei dischi cardine della scena post-punk inglese, realizzato dalle Slits nel 1979. Oggi il debutto dell’iconico quartetto femminista viene ristampato in vinile in una versione alternativa, con i rough mixes delle canzoni del disco in formato demo e alternative mixes selezionate dal produttore Dennis Bovell.

Rsd 2023 - Rsd 2023, Ecco Le Uscite Più Interessanti

16) SUICIDE – “A WAY OF LIFE – THE RARITIES E.P.”

Ep 10″ di rarità che rientra nella celebrazione del trentacinquesimo anniversario del terzo studio album dei Suicide, “A way of life“. Questa particolare riedizione funge da apripista alla reissue vera e propria, ed include una selezione di inediti ritrovati nell’archivio della band, tra cui una performance dal vivo della cover di “Born In The USA” di Bruce Springsteen registrata al Locomotive Club di Parigi nel 1988.

Rsd 2023 - Rsd 2023, Ecco Le Uscite Più Interessanti

17) THE BEVIS FROND – “HIT THE SQUAD”

Sempre la scatenata Fire Records ristampa anche “Hit The Squad“, album originariamente pubblicato nel 2004 dai veterani indie/psych rockers londinesi Bevis Frond. Disponibile per la prima volta in formato vinilico, con nuovo artwork curato dal leader Nick Saloman.

Rsd 2023 - Rsd 2023, Ecco Le Uscite Più Interessanti

18) THE LIMIÑANAS AND DAVID MENKE – “THATCHER’S NOT DEAD (OST)”

Collaborazione tra il compositore franco/tedesco David Menke e il duo francese garage/psych Limiñanas, che insieme hanno composto nuovi brani per la colonna sonora del documentario “Thatcher’s not dead” di prossima pubblicazione, dedicata all’ex primo ministro inglese Margaret Thatcher. L’unica edizione fisica prevista è questo doppio Lp in occasione del Record Store Day.

Rsd 2023 - Rsd 2023, Ecco Le Uscite Più Interessanti

19) VARIOUS ARTISTS – “NUGGETS: ORIGINAL ARTYFACTS FROM THE FIRST PSYCHEDELIC ERA (1964-1968) [50TH ANNIVERSARY BOX]”

Box set di cinque Lp (disponibili in edizione limitata a seimila copie) per festeggiare il cinquantesimo anniversario della celeberrima raccolta, curata da Lenny Kaye (ed è ancora lui a occuparsi di questa nuova maxi-edizione, con nuove note di copertine) che dava lustro all’epopea del garage rock e della prima generazione di band psichedeliche dei Sixties. Questa nuova, mastodontica compilation contiene i due Lp originari del 1972, più il volume 2 (in programma, però mai realizzato) e un singolo album in cui sono raccolte canzoni prese in considerazione per la prima edizione, ma poi furono scartate dalla tracklist definitiva.

Rsd 2023 - Rsd 2023, Ecco Le Uscite Più Interessanti

20) VARIOUS ARTISTS – “SURFIN’ THE GREAT LAKES: KAY BANK STUDIO SURF SIDES OF THE 1960s”

La Sundazed Records pubblica questa raccolta di sedici brani, gemme e tesori inediti (per la maggior parte strumentali) di Sixties surf e garage rock che pescati dall’archivio dei master dei Kay Bank Studios di Minneapolis, assemblati da Kevin Gray e stampato in 1200 copie su vinile blu marino. Note di copertine curate dall’esperto di cultura surf John Blair.

Rsd 2023 - Rsd 2023, Ecco Le Uscite Più Interessanti

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Urza/Calliophis – Dawn of a Lifeless Age

Calliophis e Urza uniscono le loro forze proponendo lo split album Dawn of a Lifeless Age, molto interessante oltre che di durata corposa, con ciascun gruppo a proporre due brani inediti di durata superiore ai 10 minuti e, soprattutto, di ottimo livello qualitativo.

NEGAZIONE/DECLINO – MUCCHIO SELVAGGIO

C’era una volta, in Italia, una scena musicale che – fatto abbastanza raro – non era (troppo) derivativa da influenze esterofile e, per potenza e (bassa) qualità della proposta, non aveva nulla da invidiare alle scene omonime (ma ben più grandi, “quotate” e visibili) inglesi/europee