Reaching Hand – Threshold E 400 Colpi – Homo Homini Lupus

Reaching Hand – Threshold E 400 Colpi – Homo Homini Lupus

Reaching Hand - Threshold E 400 Colpi - Homo Homini Lupus: Doppia recensione,per due band hardcore promosse dalla sempre più attiva CHORUS OF ONE Rec.Andiamo con ordine.I 400 COLP...

Doppia recensione,per due band hardcore promosse dalla sempre più attiva CHORUS OF ONE Rec.Andiamo con ordine.I 400 COLPI nascono nel 2007 presumo in Veneto e dopo un promo cd nel 2008 ed alcuni cambi di formazione ,nel 2009 esordiscono con “Homo homini lupus”.Suonano hardcore con influenze metal nei riff di chitarra ed alcuni stacchi,non tralasciando inframezzi melodico maliconici arpeggiati.

Doppio pedale piuttosto presente e la particolarit‡ delle due voci maschili che si alternano,una piu’ rauca e grow,l’altra pi? urlata ed acida,un po’ come fecero fin dagli esordi gli SKRUIGNERS.Testi in italiano,ma potevano essere in qualsiasi lingua,qui nasce la mia critica:adoro leggere i libretti con i testi,ma il testo mi deve essere gia’ chiaro,voglio capirlo,per tanto urlato che sia.Scorrendo le liriche quindi,si puo’ intendere una buona capacita’ di scrittura,sia in tematiche di denucia sociale quali “L’uomo infesta”,”Kane”,”Hibakusha”,”Effetto domino”,”Fino all’ultimo respiro”,”Stato d’assedio”,”Tempi moderni” sia nella velata introspezione di “Neve” ed “M.”.Tematiche care alla liberta’ del punk hardcore,conflitto di interesse nello strapotere mediatico di don silvio,pena di morte,animalismo,antinucleare…bella anche la strumentale “Sabra e Shatila”.Ho citato tutti i 10 pezzi,quindi giudizio positivo che sarebbe stato sicuramente superiore se la voce fosse stata per me piu’ comprensibile…Una citazione cui tengo sottolineare:

“Auschwitz inizia quando si guarda un macello pensando sono solo animali,vesti neri e cappucci da boia,chi si adegua Ë colpevole come il mandante”

Stupendo il cd dei portoghesi REACHING HAND,peccato siano solo 5 pezzi!Voce femminile chiara,urlata ma non troppo ,grinta pura per la front girl Sofia ed un sound di stampo americano,vecchia scuola straight edge ,YOUTH OF TODAY e JUDGE su tutti,il sound che adoro.Unica pecca un errore,secondo me,di mastering che doveva a mio avviso lasciare unite le sfumature dei pezzi mentre fastidiosamente le ha staccate.Poco male,il sound e’ quello che conta e sono sicuro che questa band far‡ parlare di se,speriamo vederla presto in Italia.Grazie alla CHORUS OF ONE per avermerla svelata…….

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Incontro d'amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda

Incontro d’amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda

Nei ventiquattro racconti contenuti in questo libro, tra le tante cose, ci verrà raccontata la notte di terrore di un ricercato politico che attende l’arrivo di uno “squadrone della morte”; Incontro d’amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda.

Violino Banfi – Violino Banfi

Ho conosciuto Violino Banfi su Facebook, per caso. Sempre per caso ho beccato proprio il momento esatto in cui stava per fare uscire il suo debutto su CD, questo. Per puro caso l’ho contattato per chiedergli una copia del CD e se voleva una recensione; il caso ha voluto che accettasse.

Helvete’s Kitchen File

Helvete’s Kitchen: etichetta indipendente che si è presa la briga di patrocinare e garantire per questi due favolosi dischi, ma anche per spiegare cosa sia davvero suonare, pensare e vivere a bassa risoluzione.