PLANETARY ASSAULT SYSTEMS-Deep Heet vol 3

PLANETARY ASSAULT SYSTEMS-Deep Heet vol 3 1 - fanzine

PLANETARY ASSAULT SYSTEMS-Deep Heet vol 3

Deep Heet è una serie di uscite da parte di Planetary Assault Systems sulla Mote-Evolver di Luke Slater, label che vede quest’anno come punta di diamante l’album Crossed Paths di Shifted.

Il primo volume risale al lontano 2006, seguito dal secondo a distanza di un lustro nel 2011, ed ora eccoci al terzo episodio. L’idea di fondo che Luke Slater (ah, non l’ho detto, P.A.S è un moniker usato da Luke stesso per produrre la sua techno più oscura, viscerale e tosta) ha dato a questi Deep Heet è quella di un’esplorazione intergalattica nello spazio profondo della techno…deep-space ? deep-techno dunque? Manco troppo, visto che la techno di P.A.S è un martello che ti si stampa in testa, ma in alcune parti di questa uscita/EP da quattro tracce viene anche alla luce una componente più mentale della techno, circondata dalla potenza della macchina. L’anno scorso abbiamo avuto “The Messenger”, buon full length da parte dello stesso Slater- Planetary votato sempre a questo tipo di approccio, e ora ci poniamo all’incirca sulle stesse coordinate. L’EP parte e picchia duro da subito, con il basso importante e il ritmo molto sostenuto di “Voltan”, ispirata al dio Maya della terra e dei drums! I suoni acidi di “Pygar” ci portano in un soundscape futuristico da stazione spaziale, accompagnandosi al martello basso-cassa che pompa incessantemente battiti veloci ma non troppo forti. “Turn” rallenta i ritmi e si mantiene in un ambiente più cerebrale con connotati inquietanti. Infine “Flat Tire” chiude questo “Deep Heet vol.3” con un incedere spigoloso in cui irrompono rumori profondi di tanto in tanto, e tiene alta la pressione sanguigna. Planetary Sound Systems è dritto ma manco troppo, più che altro è potente e possente; è techno spessa, dystopica, aggressiva.

Ascolti:

TRACKLIST

A1. VOLTAN
A2. PYGAR
B1. TURN
B2. FLAT TIRE

PLANETARY ASSAULT SYSTEMS-Deep Heet vol 3

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.