Peggio Emilia-Anticittadino

Peggio Emilia-Anticittadino 1 - fanzine

Peggio Emilia-Anticittadino

Disco impregnato di riff taglienti con testi altrettanto pieni che dimostra il livello raggiunto da questa band.

Testo: Seconda uscita per questa band proveniente da Reggio (Peggio) Emilia che vira verso sonorità decisamente più old school della scena americana (suonano come una versione velocizzata dei Circle Jerks). Un album che scorre veloce nel proprio stereo e che forse al primo ascolto non riesce ad essere apprezzato appieno, e dal mio punto di vista è un fatto di pregio poiché indica una certa complessità globale che non può essere elaborata immediatamente.
Il tutto è stato registrato e diffuso secondo l’etica DIY e non per questo diminuisce la qualità dei suoni e anche della confezione dove all’interno sono presenti disegni fatti da Akab, Officina Infernale, Ciro Fanelli, Simone Lucciola e Rocco Lombardi.
Le cose che ho apprezzato maggiormente sono gli assoli e i testi che ho trovato molto profondi e diretti nell’esprimere le idee, i disagi e le contraddizioni, fatto che non sempre accade che invece in questo genere dovrebbe essere più che normale.
I brani che preferisco sono “Vox Populi” e “Questioni Di Giorni” perché credo che riescano ad esprimere al meglio il messaggio di questo gruppo.
Un disco nel complesso bello che piacerà sicuramente agli amanti del genere e non.
Buon ascolto.

Tracklist:
1. Se
2. Dalla Parte Sbagliata Del Mondo
3. Il Vangelo Dell’Odio
4. Le Parole Fanno Male
5. Vox Populi
6. Giochi Sporchi
7. Mal d’Africa
8. Riprendiamoci La Musica
9. Tutto Bene
10. Questione Di Giorni
11. Nuovi Schiavi

Line-up:
Gio: basso e voce
Dario: chitarra e cori
Mors: chitarra e cori
Penni: batteria e cori

Peggio Emilia-Anticittadino

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.