iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Paolo Cattaneo – La Luce Nelle Nuvole

Paolo Cattaneo, cantautore con già due album e un ep in curriculum, ritorna sulla scena con i nove brani di La Luce Nelle Nuvole. Il disco, caratterizzato da un elettro pop raffinato e affascinante, vede la partecipazione di un folto numero di musicisti, fra cui spiccano sicuramente Riccardo Sinigallia, Lele Battista, Dario Dassenno e Fidel Fogaroli.

Paolo Cattaneo – La Luce Nelle Nuvole

L’innocenza con il suo piglio sbarazzino e vivace, apre il disco scivolando leggera su morbidi cori e note di chitarra, introducendo gli umori avvolgenti di Mi Aspetto Di Tutto (alla voce c’è anche Lele Battista) e la delicatezza da stretta al cuore di Le Tue Ali (Mario Lavezzi).
Come Per Miracolo, costruita su ritornelli che si inchiodano in testa, intreccia in ottima maniera tonalità contrapposte, mentre il fresco scorrere spensierato di Col Mio Ritmo lascia che a proseguire sia l’intimità di Tarda Pure (prodotta da Riccardo Sinigallia) e il crescere privo di peso di Roma Milano.
Ammirazioni Folli, infine, sfoderando altri ritornelli altamente orecchiabili, cede spazio all’amaro concludere di Non Ho Rabbia Non Ho Pietà.

I nove brani proposti da Paolo Cattaneo colpiscono il bersaglio sempre al primo colpo. La Luce Nelle Nuvole è un disco maturo e ben costruito, fatto di un pop colorato di elettronica che non mostra sbavature o cadute di stile. Un disco composto e raffinato che non lascia posto a possibili delusioni.

Tracklist:
01. L’Innocenza
02. Mi Aspetto Di Tutto
03. Le Tue Ali
04. Come Per Miracolo
05. Col Mio Ritmo
06. Tarda Pure
07. Roma Milano
08. Ammirazioni Folli
09. Non Ho Rabbia Non Ho Pietà

Line-up:
Paolo Cattaneo

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Liede – Stare Bravi

L’intero disco, escluso qualche piccolo momento di fiacca, si fa notare per la buona qualità complessiva e per la presenza di almeno un paio di fiori all’occhiello

Phidge – Paris

Un disco per nostalgici, forse, ma di quelli ben fatti e in grado di mantenere una propria personalità

Psiker – Maximo

Con questi dieci brani, Psiker costruisce un ampio e personale tributo all’elettro pop italiano di fine anni ’90