No Hurry

No Hurry

No Hurry 1 - fanzineNo Hurry” di Bob Accio

Ben dice chi dice che l’indice del pedice sia il gradimento dell’ultima puttanata cinematografica dei fratelli in arme che ingaggiarono lotte intestine dandosi arie da revival consunti. La solfa è sempre quella, un’ampia girandola che gira animata dalle amine divine, screzi a parte, indiscrezioni voluttuose, cinema d’orange e pitture preistoriche.

Lo storione ci avverte che la gallina ha inventato un trucco dietro il quale ogni mago ci va matto, l’illusione nel deserto della stratificazione del supplì, la cosiddetta ispanica ‘Bomba Casera’ che non risparmierà neppure i più sfegatati fegatelli in salmì, a partire dagli Eroi Nel Vento passando per Timbuctù – apriti cielo e silenziati – categorizzando la mania per il retrò. Di domenica in domenica dai lascito della sconveniente passione per l’immobilismo scettico, trovando tra mute vive visioni il grimaldello che apra la porta dell’incoscienza; parvenu a parte, ti mostri come culto dell’arte d’avanguardia investendo sul tuo body quei quattro pennies di lattuga tartaruga, ghiotta lo è formaggino bebè.

Mai pensato di depensare il pensamiento di vacche magre nutrite dal fitness del tuo frigo? Carica e scarica, merci e marchi, orchi e bicocche, mitili futili sprangano il culmine del miraggio. Ancora a bomba ricadi sulle pagine gialle inficiandone l’uso e paventandone il monouso per una tazza di broda calda da campo di concentramento: oh, Kapo’!

Chi condusse ti concusse la mente e poi la lente del binocolo posta al contrario. Contrariato fosti dai nefasti fasti, e cade la neve sui poggi alti, della critica illusoria alla magia pedestre che ti fan tanto equestre, ma sovente manca il guizzo stonato della condotta buona che riconduca, anch’essa, alla messa della stessa ressa del casino illibato, oh, tu che guardi una magnolia e la senti pure cadere – Toc! risuona vuota – in zucca.

 

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Still No One -This is fuel

Still No One -This is fuel: esordio discografico sulla lunga distanza per i trevigiani Still No One dal titolo “ This is fuel”, autoprodotto.

Casual Boots – Casual Boots

Casual Boots: a comporre questo ep fresco di uscita ci pensano quattro pezzi: l’agrodolce Flowers and Raindrops, la smithsiana Lost Things, la fiammata punk di Attitude (il mio brano preferito del lotto) e gli echi degli Housemartins  contenuti in Empty Room.

Memoriam – Rise to power

Atteso ritorno dei Memoriam, il gruppo death metal fondato dal cantante Karl Willetts ex dei Bolt Thrower  da Frank Healy bassista dei Benediction ed ex chitarrista dei Napalm Death, insomma la crema del death metal, coadiuvati molto bene da Scott Fairfax alle chitarre e Spike T. Smith alla batteria.

Cosa resta del duemilaventidue

  Un altro anno se n’è andato, portandosi dietro le scorie di dodici mesi costantemente vissuti al di sotto delle nostre possibilità, castrati da un contesto sociale che non riusciamo a modificare in alcun modo. I sogni anche per questa volta sono rimasti tali, immutati