Metz – II

Metz – II 1 - fanzine

Metz – II

Molto probabilemente il disco definitivo per quanto riguarda il noise rock. La band canadese si supera con questo secondo disco, dopo il buon successo di pubblico e critica del debutto.

II riesce a coniugare cattiveria e melodia, rabbia e dolcezza, mantenendo sempre un’abrasione di fondo costante.
I gruppi si formano per fare musica guidati da una grande passione, ma raramente si diventa davvero bravi in ciò che si fa, invece i Metz sono eccelsi nel loro campo.
In un’epoca che divora tutto, specialmente in campo musicale, dove si hanno deficit di attenzione davvero clamorosi, questo disco durerà moltissimo nelle orecchie di chi lo ascolterà.
Al noise si unisce una certa dose di urgenza punk, ma anche un sottobosco pop, soprattutto nella voce che, in certe tracce, fa la melodia da sola.
I Metz mettono in campo un’aggressione fisica, rifacendosi al noise degli anni novanta, dove c’era una dose molto forte di violenza.
Nel loro suono i canadesi mettono tutti loro stessi, e se in cinque anni hanno composto il primo disco, questo ha preso meno tempo del previsto, nonostante sia formato da giganteschi giri di chitarra, come un milione di sassi che cadono giù da un burrone tutti insieme.
Sicuramente i Metz sono davvero di un altro livello rispetto ai gruppi del loro genere, ed infatti sono su Sub Pop, label che di qualità nell’alternativo se ne intende.
Il rischio per questo gruppo è il semplice suonare qualcosa di meno buono rispetto a questi due ottimi dischi, ma ascoltando II non si ha timore per il futuro.
Curioso è questo giro circolare che fa il noise, nascendo dal punk, andando verso altri lidi, per poi tornare alla casa madre, come si era visto anche negli anni novanta specialmente con i gruppi newyorchesi.
Effettivamente era da molti anni che non usciva un disco così abrasivo come questo II. Godiamocelo tutto.

Tracklist:
1. Acetate
2. The Swimmer
3. Spit You Out
4. Zzyxz
5. I.O.U.
6. Landfill
7. Nervous System
8. Wait in Line
9. Eyes Peeled
10. Kick a Can of Worms

Line-up:
Alex
Chris

METZ – Facebook

Tags:
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.