iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Matrioska – Cemento

Quinto disco dei Matrioska, band ska punk del milanese, molto in voga nei primi anni del 2000, nel boom dello ska, il periodo dei Meganoidi, tanto per intenderci.

Matrioska – Cemento

Il leader Antonio Di Rocco continua a portare avanti il suo discorso fatto di liriche oneste e voglia di divertirsi. I testi parlano perlopiù di vita quotidiana e di amore. La musica è maturata, passando da uno ska punk a un rock pop con venature in levare. Cemento è un disco ben fatto, sicuramente uno dei migliori esempi di questa musica in Italia. Se però andiamo a fondo questo disco mi sembra un disco destinato ad una fascia molto giovane di ascoltatori. Potrei bocciare questo disco senza appello, poiché per me non ha nessun interesse nonostante la buona fattura, ma la stroncatura non sarebbe giusta. Non sarebbe giusta perché io come recensore devo giudicare l’opera, poi entra in gioco il mio gusto, ma principalmente il giudizio dev’essere oggettivo. E questo disco è sicuramente un buon disco, destinato ad una fascia d’età e d’interessi diversa dalla mia. Tutto qui. Io con i Matrioska mi ci sono divertito moltissimo anni fa, sia con i dischi che con i concerti. Ora è il vostro turno.

Tracklist:
1. Come mi vuoi
2. Infiniti ponti
3. Cemento
4. Firenze
5. Per due persone
6. Ora che
7. Guardando il mare
8. Qualcosa dovra’ pur succedere
9. Collage (feat. cneo)
10. Altalena

Line-up:
Antonio Di Rocco – voce
Bonomo – chitarra
Mirko Abbondanza – basso
Witmer Cislaghi – tastiera
Matteo Ricci – trombone
Luca Nobile – batteria

MATRIOSKA – pagina Facebook

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Cranked! - Mr. Deathwish

Cranked! – Mr. Deathwish

I Cranked sono un gruppo di grandissimo valore e chi ama questo suono consumerà questo capolavoro dell’hardcore punk anni ottanta, atmosfere incredibili e indelebili.

Bineural – Bineural ep

Bineural – Bineural ep:Questo ep omonimo è una danza in fallace equilibrio sull’orlo dell’abisso che viviamo ogni giorno, ordinato e matematico caos musicale, felice libertà senza vincoli, come la musica dovrebbe essere.