Legni Vecchi – Legni Vecchi

I Legni Vecchi distruggono timpani ma con stile ed eleganza, violenti ma non troppo, decisi e superbi.

Legni Vecchi – Legni Vecchi

“Ciao siamo i legni vecchi e questa è la distruzione”, comincia così l’album de i Legni Vecchi, anticipato dal’intro La Pace, in cui la vera natura della band non viene a galla, mentre La Distruzione fa capire chi sono un po’ questi tizi.

Il sound è duro e penetrante e non dispiace poiché alle distorsioni ed agli atti di pura violenza musicale vi sono pure tecnicismi raffinati che addolciscono un po’ la pillola amara da ingoiare. Il sound aggressivo non satura più di tanto l’ascoltatore ed i tratti post rock/shoegaze che s’intravedono in lontananza lasciano un sorriso stampato in bocca. I Legni Vecchi fanno venire una gran voglia di sbattere i pugni sul tavolo e far sentire alta la propria voce, incarnano il suono di una ribellione interiore che non conosce parole ma vibrazioni. Le influenze che si possono sentire nell’album ricordano vagamente i Fine Before You Came e la compattezza di sound dei Maybeshewill. Una delle tracce più belle dell’album è senza dubbio Ratti, ma ogni singola traccia vale la pena d’esser ascoltata intensamente. Un lavoro ben fatto che vale la pena di ascoltare dal vivo, un bel po’ di volte.

TRACKLIST
01. La Pace
02. La Distruzione
03. Droghe
04. Marcione
05. Ratti
06. Sgomito

LINE-UP
Diego Mascione
Tonino La Distruzione

LEGNI VECCHI – Facebook

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Banchetto cuore delle bands

Oggi vi voglio parlare di una argomento che a me sta particolarmente a cuore facendo parte di quelli che la musica anche la fanno ( ci proviamo se non altro) .

Alberica Sveva Simeone – The wormcave

Primo romanzo della scrittrice romana Alberica Sveva Simeone per le edizioni Plutonia Publications dello scrittore e ottimo divulgatore del fantastico con il suo podcast Plutonia Publications.

“Riflessioni sulla pena di morte” di Albert Camus, edito da SE

Riflessioni sulla pena di morte di Albert Camus

“Réflexions sur la guillotine” è un saggio del ’57 di Camus che appare prima sulla “Nouvelle Revue Francaise” e poi nel libro “Réflexions sur la peine capitale”