LE PISTOLE ALLA TEMPIA-LE PISTOLE ALLA TEMPIA

LE PISTOLE ALLA TEMPIA-LE PISTOLE ALLA TEMPIA 1 - fanzine

LE PISTOLE ALLA TEMPIA-LE PISTOLE ALLA TEMPIA

Le Pistole Alla Tempia giungono al debutto sulla lunga distanza inserendosi facilmente all’interno della scena rock alternativa italiana.

Le Pistole Alla Tempia (Fabrizio Facciotti, Fabio Dalai, Marco Patrimonio, Stefano Bonadiman, Marco Vincenzi), provenienti dal veronese, si presentano al grande pubblico con questo disco omonimo. Il lavoro, composto da otto canzoni, si tuffa a piè pari nel cosiddetto rock alternativo italiano, proponendo sonorità energiche che non disdegnano l’amore per la melodia.

Si parte con la rugginea Così Fan Tutti, con le chitarre e il basso a grattare con il loro suono cupo, la batteria a dare ritmo e vigore e la voce a gridare. L’infedele si mantiene elettrica e nervosa, scaricando una buona dose di energia nei ritornelli mentre Democratica, più lenta e orientata su suoni morbidi e malinconici (nella prima parte), ricorda molto nella sua essenza una cara band (ormai scomparsa) delle mie parti (JollyRoger), sfogandosi poi in una fragorosa coda strumentale. Non Esisti parte compressa e claustrofobica per poi sciogliersi ed aprirsi, consumando la tensione accumulata inizialmente. Lascia Stare Le Parole, invece, attira l’attenzione con il suo piglio energico e i ritornelli orecchiabili e tirati, consegnandoci poi a Finalmente, più magmatica e torbida, graffiante e feroce. L’Ultima Pietà sorvola nuovamente sonorità tenui e pacate (nelle strofe), abbandonandosi poi a grasse chitarre distorte nei ritornelli. Infine, Vicino, mettendo in gioco anche le tastiere, si fa più riflessiva e introversa, cupa e inquietante, crescendo nel tempo e lasciando carta bianca agli strumenti.

Il debutto dei Le Pistole Alla Tempia non esalta, ma nemmeno dispiace. Le sonorità, ben inseribili all’interno del cosiddetto rock alternativo italiano, ne rispettano tutti gli standard e i canoni, combinando l’energia delle chitarre con melodie molto orecchiabili e capaci di catturare l’attenzione. I testi, invece, avrebbero bisogno di una ulteriore revisione, soprattutto per quanto riguarda le evitabili ingenuità e i riflussi post-adolescenziali.
Insomma, un disco gradevole all’ascolto ma ben ancorato allo standard del rock alternativo italiano e con ancora molta strada da percorrere davanti a sé (per risultare personale e accattivante).

TRACKLIST:
01. Così Fan Tutti
02. L’Infedele
03. Democratica
04. Non Esisti
05. Lascia Stare Le Parole
06. Finalmente
07. L’Ultima Pietà
08. Vicino

LE PISTOLE ALLA TEMPIA LE PISTOLE ALLA TEMPIA

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.