Israel Martinez – The Minutes

Israel Martinez – The Minutes

Israel Martinez, esperto musicista messicano con già una carriera piuttosto solida alle spalle, pubblica per la sempre attenta Aagoo Records il suo settimo disco lungo, The Minutes. L'album, caratterizzato prevalentemente da un'elettronica dilatata e sperimentale che si intreccia con registrazioni ambientali, si pone come obiettivo quello di descrivere la drammatica situazione socio-politico-economica in cui versa la terra natia del musicista stesso.

L’impressione generale che si ha ascoltando questo lavoro (una descrizione traccia per traccia avrebbe ben poco senso) è quella di trovarsi di fronte ad una immensa distesa sonora, dove a rumori ambientali più o meno familiari e rassicuranti (accenni di conversazione, campanelli, cinguettio di uccelli, ecc…), si contrappongono profonde voragini in grado di trasportare in claustrofobici ed opprimenti universi paralleli.

The Minutes è un disco drammatico, complesso e di difficile catalogazione. Da parte nostra, il giudizio finale è certamente positivo, siamo però coscienti del fatto che non sia un album da tutti i giorni.

Tracklist:
01. Borrados
02. Oblique Conjectures
03. Tribonera
04. Lamira
05. Sada
06. Xiriah
07. Bohemia
08. Ojodeagua
09. Tosho
10. Tabula Pacifico

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

The Cogs – White Boy, White Girl

The Cogs – White Boy, White Girl: son dischi come questo che mi fanno ancora credere che qualcosa si può fare, che non tutto è finito: finché in giro ci saranno persone come i Cogs non ci si può sentire soli, isolati, incompresi; è davvero impossibile.

Intolerant - Zero Point - Extreme Chaos Records\Despise The Humans-2022

Intolerant – Zero Point

Intolerant Zero Point: Il risultato è un disco di una potenza e di una nera bellezza incredibile, una guerra combattuta schiacciando ossa e vite con macchine gigantesche guidate da negromanti che mangiano lsd e respirano fumi radioattivi.

“Non c’è ritorno” di Jim Shepard, edito da 66THAND2ND

Non c’è ritorno di Jim Shepard

Nell’introduzione a questi racconti, ha scritto: “Imparare a perdere una partita, dopotutto, non è un modo sbagliato per iniziare a imparare come perdere qualcosa di più grave. Non c’è ritorno di Jim Shepard

Brian Jonestown Massacre, nel 2023 il nuovo album: ecco i dettagli

Anton Newcombe ha annunciato di avere in programma un nuovo album per la sua creatura neopsichedelica Brian Jonestown Massacre. Il long playing si intitola “The future is your past” e vedrà la luce il 10 febbraio del prossimo anno su A Recordings, etichetta fondata dallo