iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Inferno – Inferno

Inferno - Inferno: romani, formatisi nel 2002, propongono un immaginario di horror, hardcore, fumetti e morte. Il primo lavoro è il frutto ...

Inferno – Inferno

romani, formatisi nel 2002, propongono un immaginario di horror, hardcore, fumetti e morte. Il primo lavoro è il frutto di una collaborazione tra importanti realtà underground italiane : Donnabavosa, Barlamuerte (quelli di Bugo), Shove e Escarefromtoday, dimostrando che uniti si lavora meglio. Il cd è in una confezione digipackdi cartone patinato, con un prisma rosso al suo interno, fatto a mano e distribuito in sole 1000 copie. Passiamo alla musica. L’intro è con synth, suonato da Reeks, abusatore di prodotti della Warp Records, e un tappeto di drum machine che creano un po’ di attesa per quello che viene dopo. Bisogna dire una cosa, tutti i pezzi strumentali all’interno del cd sono più canzoni a sé stanti che veri e propri intro, ed infatti è proprio in questi pezzi che la band sperimenta maggiormente. Poi nel secondo pezzo esplodono, rivelando un cantato praticamente uguale a quello dei Refused, ma l’insieme è sicuramente buono. Nel pezzo seguente arrivano a fare tempi metal-core, se non addirittura grind, con una tensione notevole. Il riassunto di ciò che sono gli Inferno è l’undicesimo pezzo, ovvero stacchi potenti e resto molto molto Refused. L’album non scende mai di tensione, la musica è potente e il synth rende originale il tutto, soprattutto nei pezzi strumentali che sono molto interessanti.Complimenti.

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Bineural – Bineural ep

Bineural – Bineural ep:Questo ep omonimo è una danza in fallace equilibrio sull’orlo dell’abisso che viviamo ogni giorno, ordinato e matematico caos musicale, felice libertà senza vincoli, come la musica dovrebbe essere.

Intervista Tarantola

Intervista con Mauro Locandia fondatore dei Tarantola, reggae in combination Londra e Salento, con il singolo “Original terron” scirtto e prodotto a quattro mani con Sabaman.