iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Il Nome Di Lei – Il Nome Di Lei

Un sound energico, emotivo e decisamente coinvolgente

Il Nome Di Lei – Il Nome Di Lei

Dietro a Il Nome Di Lei ci sono Marco Sambinello, Alex Favaro e Samuele Botter. I tre musicisti, insieme dal 2012, debuttano ora con i cinque brani di questo ep omonimo dalle chiare sonorità pop/rock.

Il pacato aprirsi di Ancora Non Ti Arrendi, in crescita per quanto riguarda ritmo ed energia, accarezza e coinvolge con le sue melodie, mentre gli inserti elettronici di Così Fragile, si incastrano in maniera azzeccata in mezzo a voce, chitarra e batteria.
Crema, invece, più malinconica ed introversa, avvolge con il suo spirito morbido ed emotivo, lasciando che a chiudere siano la fragilità allontanata di In Un Colpo e l’intensità, giocata su batteria e chitarra, di Quell’Illusione.
I cinque brani di questo primo ep lasciano intravedere un buon potenziale nel power trio. Il Nome Di Lei, infatti, mescolando echi indie pop (Giuliano Dottori, Amor Fou) con sonorità più da universo mainstream, danno vita a un sound energico, emotivo e decisamente coinvolgente. Vedremo cosa combineranno con il primo disco lungo.

Tracklist:
01. Ancora Non Ti Arrendi
02. Così Fragile
03. Crema
04. In Un Colpo
05. Quell’Illusione

Line-up:
Marco Sambinello
Alex Favaro
Samuele Botter

IL NOME DI LEI – Facebook

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Liede – Stare Bravi

L’intero disco, escluso qualche piccolo momento di fiacca, si fa notare per la buona qualità complessiva e per la presenza di almeno un paio di fiori all’occhiello

Phidge – Paris

Un disco per nostalgici, forse, ma di quelli ben fatti e in grado di mantenere una propria personalità

Psiker – Maximo

Con questi dieci brani, Psiker costruisce un ampio e personale tributo all’elettro pop italiano di fine anni ’90