iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Gaudi – Ep

Un 10” che lascia a bocca aperta

Gaudi – Ep

E’ con i due brani presentati in questo ep che prende il via la collaborazione che vedrà impegnati Gaudi, il noto musicista italiano trapiantato a Londra, e Rare Noise Records, una delle principali etichette di riferimento per quanto riguarda raffinate fusioni di generi e stili.

Il fulcro del discorso sarà l’atteso album “Magnetic”, ma già ascoltando queste due tracce (tre nella versione digitale), ci si può fare un’idea di quello che ci aspetterà.
Il lato A del 10” è completamente in mano alle oscure dilatazioni di 30Hz Dub Prelude: le grasse note di basso, combinate con atmosfere dub e delicati tappeti melodici, avvolgono e conquistano con la loro intensa capacità evocativa. Il lato B, invece, affidato ad Electronic Impromptu In E-Flat Minor, cresce pian piano, ipnotizzando con le note di pianoforte e le notturne atmosfere che lo circondano. La bonus track digitale Nocturnal Sonata, infine, chiude il lavoro con il suo cadenzato procedere, sviluppato, nuovamente, su lente movenze dub, scelte melodiche coinvolgenti e ariose aperture.
I tre brani presentati in questo primo ep si dimostrano notevoli sotto tutti i punti di vista. Il livello compositivo è alto, come quello esecutivo (a suonare ci sono solo musicisti di alto livello), mentre la cura negli arrangiamenti e le scelte stilistiche chiudono la strada a qualsiasi critica. Un 10” che lascia a bocca aperta.

TRACKLIST
01. 30Hz Dub Prelude
02. Electronic Impromptu In E-Flat Minor

LINE-UP
Gaudi
Colin Edwin
Ted Parsons
Brian Allen
Eraldo Bernocchi
Coppè
Bill Laswell
Steve Jansen
Alessandro Gwis
Merzbow
Lorenzo Feliciati

GAUDI – Facebook

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Liede – Stare Bravi

L’intero disco, escluso qualche piccolo momento di fiacca, si fa notare per la buona qualità complessiva e per la presenza di almeno un paio di fiori all’occhiello

Phidge – Paris

Un disco per nostalgici, forse, ma di quelli ben fatti e in grado di mantenere una propria personalità

Psiker – Maximo

Con questi dieci brani, Psiker costruisce un ampio e personale tributo all’elettro pop italiano di fine anni ’90