fog in the shell -la sofferenza

Pubblicato il

Scritto da

due demo completamente autoprodotti di buona qualità. Il primo è un progetto portato avanti da un ragazzo solo Marco Guizzi. I pezzi sono stati registrati tra settembre e dicembre del 2000. La registrazione è casalinga, ma di tutto rispetto. Veniamo alle note musicali. Alcuni riferimenti possono essere: Dinosaur Jr, Idaho, certe cose dei Sebadoh. I pezzi sono 10 anche se ci sono due pezzi in due versioni e una intro ed una outro. Il disco è abbastanza ostico, anche se a me piace, unico neo è la mancanza talvota di un basso e una batteria. Come ripeto un bel disco, con belle idee, malinconico ma non mieloso, da consigliare senza dubbio per vostre prossime serate piovose di primavera. x info [email protected] La Sofferenza invece sono tre ragazzi: Marco Manes(voce), Marco Guizzi(chitarre, basso) e Mattia Crosio(batteria). Sei pezzi di furia punk-hc-crust. A me personalmente non piace (o quantomeno la trovo noiosa) la voce così straziata. Musicalmente al contrario li trovo molto interessanti, con aperture, tra un riff e l’ altro, di grossa presa. A tratti ricordano, e questo è un grande complimento, il suono gruppi hc italiani degli anni ’80, ma attualizzati.I pezzi che preferisco sono indubbiamente “Lacrime” e “Sei” che ha una ottima base ritmica. “Striscio lungo il solco che è vita/accecato lo sguardo stretto da un specchio/appannato, confondo il passato/impedito, disconosco il futuro/io non sono, immagino il ricordo”. Contatteli. info [email protected]

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.