Fermomag – Speciale Erotismo

Fermomag - Speciale Erotismo 1 - fanzine

Pubblicato il

Scritto da

Un vero piacere da leggere con eleganza in ufficio o in camera, mentre i genitori guardano la televisione: Fermomag Speciale Erotismo dà lo scacco ad un estate , non banalmente afosa quanto conturbante, e con classe!

In questo numero, lo zibaldone si crea con racconti (clinici e pungenti come il Vero Erotismo sa svelare ), articoli , vignette e recensioni sapientemente conditi in maniera non scontata. L’eccitamento lascia maggior posto alla curiosità più che allo scandalo buonista e facilmente si entra da una porta socchiusa, ma aperta a chiunque voglia avere una panoramica delicata. Quanti conoscono Balthus per poterlo saccentemente accostare ad un racconto alla lanciostory o skorpio ? Frigidaire aveva di certo un taglio nichilista e sovversivo, visto anche il taglio fumettistico, ma l’accostamento di un solo numero speciale ne vale tutto.
Calibrando i testi, notiamo come la parte più avvolgente ricalca soprattutto la dolcezza tiepida che la letteratura , l’attitudine e l’arte prendono forma in un unico continuum senza interruzioni e onanismi gratuiti. Viene allora da chiedersi (a pagine lette e scaricabili dal sito) cosa finora, nell’ultimo 30ennio, abbiamo realmente capito e compreso dell’erotismo? Forse l’approccio dell’industria pornografica ha scatenato un isterismo collettivo basato 22lo più sulla fruizione dei prodotti: videocassette , oggettistica e vestiti (maledettamente fraintesi come “oggetti e costumi artistici” ).
Le trame coinvolgenti dei film di genere degli anni 67-74 della “Something Weird”, vengono candeggiate con l’intervento di colori e pellicole decisamente resistenti per spianare la strada del digitale, perdendo il taglio avventuroso e noir. Tutto sommato dopo le prime reazioni che trascendono la lenta e inesorabile chiusura dei cinema di genere, la pornografia prende il sopravvento sul genere erotico vista l’immediata consumazione con le vhs.
Ecco, perso il filo che necessariamente cerca un nuova spola , dopo che in 30 anni di esperimenti e ripetuta polluzione, lo si ritrova grazie a questi epifanici contributi firmati FermoEditore.
L’erotismo incalzante ha un che di malinconico e vanitoso (dalla radice Vanitas-caducea) che eccita per lo più nelle lunghe ombre autunnali concise nell’immaginazione del lettore/osservatore (voyerista) o performer che sia : Paul Morrisey (protagonista dei film d’arte di Andy Warhol), Franz von Bayros (neoclassico pittore erotico), Felicien Rops (pittore luciferino e blasfemo) e Antonio Ligabue, prodotto nostrano dell’esistenzialismo psicotico (e compulsivo erotico) .
Dovrebbero esistere più richiami emotivi, semplici ricordi di infanzia alle connotazioni erotiche , non necessariamente letterari o d’avanguardia, quanto il semplice gesto di entrare dal giornalaio in modalità 12enne e pagare con 2700 lire (del vecchio conio) Teletutto …
Ma se questi tempi sono passati e di anni ne abbiamo 20-25 in più, … vale il piacere di andare sul sito http://www.fermoeditore.it/magazine/ e scaricare in download gratuito questa edizione speciale .
Parola di Gabriele d’Annunzio.

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.