Cronaca Di Una Favola

Cronaca Di Una Favola

Credevamo alle favole quando le vivevamo, poi le favole hanno lasciato il posto alla concretezza dei bisogni e all’intorpidimento dell’età adulta, tuttavia dovrebbero tornare al punto di partenza; l’insopportabile pesantezza dell’essere le richiama in auge.

Spostandoci lungo il tempo abbiamo maturato una consapevolezza; oltre l’utile ci serve per forza di cose il dilettevole.

Se l’utile coincidesse col dilettevole ecco che torneremmo ancora una volta a vivere le favole come reali.
Se non coincidessero allora è plausibile aprire una porta verso la favola o verso la concretezza.

L’elemento magico di raccordo di cui si ha bisogno è la narrazione.

Raccontare l’esperienza fantastica che si sta vivendo con dentro tutte le farciture necessarie a renderla appetibile, questa porzione di tempo e spazio, fa si che la si possa persino ricordare per sempre.

Questo fanno i libri, i dischi, i film, il teatro, i disegni, ma per essere prodotti hanno bisogno, però, di elementi di concretezza.

Le favole raccontate sono capaci di influenzare in meglio la nostra realtà?

L’immaginazione serve, fortunatamente, a definire sogni e speranze che evitano di appiattire la realtà, proprio come fa il terrapiattismo?

Ricostruire un panorama immaginativo e fantastico che addolcisca il mero computo di vivere una vita fatta esclusivamente di elementi concreti è probabilmente il fulcro attorno al quale ruota la timeline di vita di ciascuno di noi. Per cui…

… raccontami il tuo mondo fantastico ed io ti racconterò il mio.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Still No One -This is fuel

Still No One -This is fuel: esordio discografico sulla lunga distanza per i trevigiani Still No One dal titolo “ This is fuel”, autoprodotto.

Casual Boots – Casual Boots

Casual Boots: a comporre questo ep fresco di uscita ci pensano quattro pezzi: l’agrodolce Flowers and Raindrops, la smithsiana Lost Things, la fiammata punk di Attitude (il mio brano preferito del lotto) e gli echi degli Housemartins  contenuti in Empty Room.

Memoriam – Rise to power

Atteso ritorno dei Memoriam, il gruppo death metal fondato dal cantante Karl Willetts ex dei Bolt Thrower  da Frank Healy bassista dei Benediction ed ex chitarrista dei Napalm Death, insomma la crema del death metal, coadiuvati molto bene da Scott Fairfax alle chitarre e Spike T. Smith alla batteria.

Cosa resta del duemilaventidue

  Un altro anno se n’è andato, portandosi dietro le scorie di dodici mesi costantemente vissuti al di sotto delle nostre possibilità, castrati da un contesto sociale che non riusciamo a modificare in alcun modo. I sogni anche per questa volta sono rimasti tali, immutati