Cordepazze – L’arte Della Fuga

Cordepazze – L’arte Della Fuga

Si parte nel migliore di modi con la lieve amarezza (tra chitarra acustica, violino e batteria) dell’avvolgente Digos e con la piacevole contrapposizione, fra strofe compatte e ritornelli decisamente ariosi, di Ora Pro No.
Credi A Me, leggermente crepuscolare ma in lento crescere, accarezza con i suoi sottili strati sonori (violino, pianoforte, chitarre), lasciando spazio all’elettro pop sfrecciante de La Rivoluzione e alla malinconica riflessività de L’Arte Della Fuga.
Quello Che Vorrei prosegue su tempi lenti e atmosfere sofferte, mentre Svendimilano, più incalzante ma non meno amara, cede alle morbide decorazioni della conclusiva Gli Scienziati Americani.

L’Arte Della Fuga è un disco pop curato in ogni dettaglio che va via veloce su melodie sempre riuscite e parole mai fuori luogo. I Cordepazze ci regalano un secondo capitolo piacevole e accattivante. Se il pop è la vostra passione, questo disco è per voi.

Tracklist:
01. Digos
02. Ora Pro No
03. Credi A Me
04. La Rivoluzione
05. L’Arte Della Fuga
06. Quello Che Vorrei
07. Svendimilano
08. Gli Scienziati Americani

Line-up:
Alfonso Moscato
Michele Segretario
Vincenzo Lo Franco
Francesco Incandela

CORDEPAZZE – Facebook

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Märvel – Double Decade

Grandissimo ritorno degli svedesi Märvel uno di gruppi di hard rock scandinavi più longevi ed apprezzati, e il perché del loro successo è racchiuso in questa doppia raccolta celebrativa.

Tigre - Contro Tigre

Tigre – Contro Tigre

Ad aggiungersi alla prestigiosa lista dei portabandiera di un qualcosa che è molto di più di un genere musicale ci pensano i Tigre che, con i quattro pezzi di questo mini, segnano il loro primo rumoroso vagito.

Eyeless In Gaza – Photographs as memories

Ristampa della meritoria Spittle Records del primo disco del 1981 degli inglesi Eyeless in Gaza, nome tratto da una novella di Aldous Huxley, uno dei gruppi culto degli anni ottanta e non solo. Questa ristampa rende giustizia ad un disco troppo spesso sottovalutato e relegato negli episodi minori del grande gruppo britannico.