Complotto! Caos, magia e musica house
 di John Higgs


Complotto ! è un libro che fa capire che senso ha scrivere e leggere un libro.

La bellissima e molto anglosassone scrittura dell’inglese John Higgs concepisce un libro che è moltissime cose. Prima di tutto questo libro è un portale per molti multiversi, dato che parte da un argomento e poi anche grazie alla sincronicità, si collega con molti altri accadimenti, che sembrano slegati ma non lo sono affatto, dato che tutto e tutti sembriamo collegati. In questo potentissimo caleidoscopio letterario il casus belli è il fatto che nel 1994 i Klf, un duo di house music e molto altro composto da Bill Drummond e Jimmy Cauty, bruciarono sull’isola scozzese di Jura un milione di sterline in banconote di piccolo taglio.

Sì avete letto bene, e lo hanno fatto veramente, basti vedere su Youtube il film Watch The K Formation Burn One Million Quid.

Perchè lo hanno fatto ? Leggete questo libro e non lo saprete, non lo sanno nemmeno loro, forse sono pazzi o dei sommi improvvisatori.

I nostri sono l’apertura di un magnifico vaso di Pandora che ci conduce al discordianesimo, alla magia, al situazionismo. al caos, ad Alan Moore, all’assassinio di Kennedy, a come pubblicare un disco che entri nelle classifiche, a Satana e a noi stessi. Dopo aver letto questo libro non sarete uguali a ciò che eravate prima. Anche prima non eravate uguali a voi stessi, perché non sapete cosa sia il voi stessi. Complotto ! Non ve lo spiegherà ma vi arricchirà tantissimo, e molto meglio di Osho. John Higgs ci porta in tantissime terre, continenti come Mu o semplicemente ascolteremo Jung narrarci il suo sogno su Liverpool. Musicalmente il libro funziona anche come punto di partenza per scoprire le opere dei Klf, anche solo per districarsi fra i loro vari nomi. La loro musica è totalmente situazionista e molto interessante, tra house, rave e pop.

Loro hanno scritto quasi inconsapevolmente dei grandi successi, legandosi anche a fenomeni prettamente inglesi come lo storico telefilm Doctor Who, e anche questo è spiegato benissimo nel libro. Descrivere nella sua totalità quanto contiene questo libro, che non è nemmeno lungo, è davvero difficile, possiamo solo rivolgervi un caldissimo invito a leggerlo.

Complotto ! È una goduria per gli occhi e per il cervello, e alla fine parla del senso della vita, di quella sensazione che forse tutto sia un caos predestinato, concezione che è difficile anche solo da comprendere, ma la viviamo tutti i giorni. Inoltre questo libro è la gioiosa negazione di uno stile di vita produttivo e sistemico, e da degli spunti irripetibili in questo campo. Un libro come questo è irripetibile, e come potrebbe dire il grande mago barbuto di Northampton …

Complotto ! È arrivato quando era il momento di Complotto !…e in questa frase sono racchiusi mondi.

Si potrebbe descrivere questa opera come una bellissima descrizione di molto controculture, dal discordianesimo ai rave tanto per citarne due, ed è anche questo, ma fondamentalmente è un discorso sulla visione e comprensione di vari caos che noi chiamiamo vita e che tentiamo di controllare, mentre solo Eris la dea del Caos e unica divinità possibile, ha le risposte. Un libro magnifico, una lettura che ci riporta la gusto che abbiamo provato con il primo libro che abbiamo letto, con aperta sincronicità. Tenete d’occhio la Nero Edizioni, tutti i suoi libri sono bellissimi ed il loro blog https://not.neroeditions.com/ è una delle più belle cose che possiate leggere.

Viva il caos.

P.S. Se pensate che i Klf abbiano fatto una cazzata pazzesca nel bruciare un milione di sterline, sappiate che c’è chi ha fatto peggio, si chiama Elton John e la sua musica è ben peggiore di quella del duo discordiano https://www.theguardian.com/uk/2000/nov/16/paulkelso

Edizioni :_Nero Editions

3 Comments

  1. Bob Accio
    16 giugno 2018
    Rispondi

    Ahahahahah, lo devo leggere. Bravo ADMIN, sounds good!

  2. admin
    18 giugno 2018
    Rispondi

    no sbagliato ancora, è il grande massy che ha scritto il post!

  3. Bob Accio
    27 giugno 2018
    Rispondi

    Io sbaglio sempre, è la mia regola di base, eh! A Ninoooo, si er caffè nunn’è bono, oh, che caffè è???

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.