Bad Uok – Enter

Bad Uok – Enter

I bolognesi Bad Uok (Leonardo Rizzi, Federico Pierantoni, Andrea Calì, Andrea Grillini), formazione jazz nata nel 2010, partono alla conquista del mondo con gli undici brani originali di Enter, loro debutto discografico uscito per la ricettiva Auand Records.

L’apertura è caratterizzata dalle rade e improvvise note di Intro (è il pianoforte a far da protagonista), dal ritmo vivace e caldo di 105 Pt. 1 (ritmiche fitte, trombone a delineare la via, chitarra e Fender Rhodes a inseguire) e dal composto e moderato crescere di 105 Pt. 2 (un delicato tappeto ritmico su cui è l’organo a dettar legge).
66, con il suo lento evolvere, increspa il suono, contrapponendo momenti lievemente ansiogeni a profondi momenti di distensione, mentre 1112, dall’altalenante incedere ritmico, tenta di ipnotizzare con le sue note (prima di schiaffeggiarci con forza e cambiare totalmente direzione). Le sperimentazioni sonore di 33, invece, aprono alla lenta e trascinata 1003 (lunghe note di pianoforte e trombone su ritmiche intricate), alla veloce e spigliata Congo (i Calibro 35 sono subito dietro l’angolo) e al nervosismo sopito di 88.
1000, infine, con i suoi otto minuti di durata, fra calma e tensione, attimi solari ed evoluzioni claustrofobiche, genera mondi in continua mutazione, lasciando spazio al disteso scorrere (su note di pianoforte) della conclusiva Enter.

Gli undici brani dei Bad Uok (da ascoltare tutti d’un fiato lasciandosi trasportare dalle emozioni e dagli intrecci sonori creati dai vari strumenti), compongono un disco sicuramente degno di nota. Un debutto interessante per una band più che promettente.

Tracklist:
01. Intro
02. 105 Pt. 1
03. 105 Pt. 2
04. 66
05. 1112
06. 33
07. 1003
08. Congo
09. 88
10. 1000
11. Enter

Line-up:
Leonardo Rizzi
Federico Pierantoni
Andrea Calì
Andrea Grillini

BAD UOK – pagina Facebook

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Incontro d'amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda

Incontro d’amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda

Nei ventiquattro racconti contenuti in questo libro, tra le tante cose, ci verrà raccontata la notte di terrore di un ricercato politico che attende l’arrivo di uno “squadrone della morte”; Incontro d’amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda.

Violino Banfi – Violino Banfi

Ho conosciuto Violino Banfi su Facebook, per caso. Sempre per caso ho beccato proprio il momento esatto in cui stava per fare uscire il suo debutto su CD, questo. Per puro caso l’ho contattato per chiedergli una copia del CD e se voleva una recensione; il caso ha voluto che accettasse.

Helvete’s Kitchen File

Helvete’s Kitchen: etichetta indipendente che si è presa la briga di patrocinare e garantire per questi due favolosi dischi, ma anche per spiegare cosa sia davvero suonare, pensare e vivere a bassa risoluzione.