Babyscreamers – Yess! This Is

Babyscreamers – Yess! This Is

Babyscreamers - Yess! This isTu chiamala se vuoi telepatia.

Non molto tempo orsono – dopo non averlo sentito per un po’ – avevo rimesso sul piatto il 7″ dei Babyscreamer e me lo ero goduto in tutta la sua bellezza. Il giorno dopo la band mi ha mandato queste tre nuove canzoni. Casualità? Io, che sono profondamente agnostico, credo solo nel destino e questo è decisamente un segno del destino. Rispetto al lavoro precedente il terzetto anconetano propone un cambio ed un ampliamento di orizzonti che denota l’eclettismo della band ed una voglia di rinnovarsi e di sorprendere l’ascoltatore che non può che essere degno di lode.

Il mutamento avvenuto in seno al gruppo si fa subito sentire nel groove sensuale alla Make Up di Shut Up un brano davvero motivato e notevole, Tomorrow (al contrario) si assesta sulle coordinate già battute dalla band ma – rispetto al passato – con una più spiccata dose di orecchiabilita che a me ha ricordato i brani più immediati dei Saints e dei Boys, chiude il tutto Nasty Boys con i suoi ritmi nervosi che sconfinano decisamente nel funky con richiami a band quali Gang of Four, Scritti Politti e A Certain Radio.

 

Queste tre canzoni sono per ora Рe per ovvi motivi Рascoltabili solo sul bandcamp della band ma verranno quanto prima stampate su vinile. Oggi come in passato diventa quindi doveroso oltrech̩ piacevole ascoltare e supportare i Babyscreamers.

Track List
Shut Up, Tomorrow, Nasty Boys

Video Link / Bandcamp Link
https://babyscreamersmusic.bandcamp.com/

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Memoriam – Rise to power

Atteso ritorno dei Memoriam, il gruppo death metal fondato dal cantante Karl Willetts ex dei Bolt Thrower  da Frank Healy bassista dei Benediction ed ex chitarrista dei Napalm Death, insomma la crema del death metal, coadiuvati molto bene da Scott Fairfax alle chitarre e Spike T. Smith alla batteria.

Cosa resta del duemilaventidue

  Un altro anno se n’è andato, portandosi dietro le scorie di dodici mesi costantemente vissuti al di sotto delle nostre possibilità, castrati da un contesto sociale che non riusciamo a modificare in alcun modo. I sogni anche per questa volta sono rimasti tali, immutati

Tropical Fuck Storm - Submersive Behaviour_cover

Tropical Fuck Storm – Submersive Behaviour

È qui e richiede attenzione, perché i Tropical Fuck Storm hanno dimostrato più volte di saper far bene, di saper maneggiare il rock (alternativo, indie, noise, quello che volete) meglio di tanti altri – ma direi di quasi tutti.

Luca Ottonelli

Luca Ottonelli. E’ nato a Genova nel 1969 e ho completato i primi studi artistici avendo come maestro di Figura G. Fasce.