Alessio Franchini E Il Circolo Dei Baccanali – Tutto Può Cambiare In Un Attimo

Alessio Franchini E Il Circolo Dei Baccanali – Tutto Può Cambiare In Un Attimo

Album d’esordio per il cantautore livornese Alessio Franchini, che ascoltandolo ti accorgi che non è assolutamente un esordiente, per stile e consapevolezza. Franchini è livornese, e loro di vita ne parlano come nessun altro, non saprei spiegarne il motivo ma è così.

Alessio dispiega un rock acustico e testi molto maturi, immaginifici e belli, abbelliti dalla sua ottima voce. Musicalmente il disco è un ottimo connubio di rock all’americana e sensibilità livornese, andando a colmare un o spazio che nella musica italiana è spesso lasciato vacante. Qui si inserisce Alessio e il suo circolo dei Baccanali, che giustamente suggerisce almeno una pausa in questa nostra corsa verso e dentro il nulla.

Il concetto che sta dietro al disco, è che questa vita, e con lei le nostre effimere sicurezze, possa essere cambiata, deformata o spezzata in un attimo, e che quindi meritiamo delle riflessioni più approfondite. I testi di Tutto Può Cambiare In Un Attimo sono molto articolati e stimolano al pensiero, cosa molto rara di questi tempi per un disco, e seguono un filo logico di amore per la vita che è la cosa più importante.

E poi qui troviamo un ospite molto importante, forse sconosciuto ai più ma che è un gigante della chitarra, e che risponde al nome di Gary Lucas, considerato nella sua America uno dei più bravi ed interessanti chitarristi degli ultimi tempi. Pensieri davanti al mare, insieme al vento e ad alcuni bfevi momenti di felicità, cantati e suonati eccellentemente da un cantautore che riporta Livorno sulla cartina musicale italiana e non solo, poiché questo disco ha un respiro molto internazionale, sopratutto negli arrangiamenti, andando addirittura a toccare il rock grunge acustico, per dire.

Quando Franchini parla lo si ascolta, statene sicuri.

TRACKLIST
1.Riflettere
2.L’amore da avere con se’
3.Un solo respiro al suo fianco
4.Finestra di marmo
5.Expired days
6.A schiena dritta
7.Il regalo
8.Ricordarmi di voi
9.Pecora nera
10.Senza parlare
11.Tentativinerti

LINE-UP
Alessio Franchini – voce e chitarre acustiche
Alessio Macchia – basso
TBD – batteria

URL Facebook
http://www.facebook.com/alessiofranchinieilcircolodeibaccanali

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Still No One -This is fuel

Still No One -This is fuel: esordio discografico sulla lunga distanza per i trevigiani Still No One dal titolo “ This is fuel”, autoprodotto.

Casual Boots – Casual Boots

Casual Boots: a comporre questo ep fresco di uscita ci pensano quattro pezzi: l’agrodolce Flowers and Raindrops, la smithsiana Lost Things, la fiammata punk di Attitude (il mio brano preferito del lotto) e gli echi degli Housemartins  contenuti in Empty Room.

Memoriam – Rise to power

Atteso ritorno dei Memoriam, il gruppo death metal fondato dal cantante Karl Willetts ex dei Bolt Thrower  da Frank Healy bassista dei Benediction ed ex chitarrista dei Napalm Death, insomma la crema del death metal, coadiuvati molto bene da Scott Fairfax alle chitarre e Spike T. Smith alla batteria.

Cosa resta del duemilaventidue

  Un altro anno se n’è andato, portandosi dietro le scorie di dodici mesi costantemente vissuti al di sotto delle nostre possibilità, castrati da un contesto sociale che non riusciamo a modificare in alcun modo. I sogni anche per questa volta sono rimasti tali, immutati