A War Inside – A War Inside

A War Inside – A War Inside

Le storie hanno tanti modi per essere raccontate.
Le storie scorrono su superfici molto diverse fra loro, scappano, saltano, scivolano, scompaiono, singhiozzano, sono.

I narratori possono essere viventi e vissuti, silenti e morti o essere in movimento tutto il tempo.
Il correre, il suonare forte, l’abbracciarsi, il condividere il sudore cantando uniti, questo è lo stile hardcore per vivere e poi raccontare storie.
L’hardcore è una dura madre che protegge dalla vita vivendola, un libro che ognuno può scrivere. Gli A War Inside sono di Cagliari, fanno un grande hardcore e raccontano grandi storie.
Ascoltando loro, come la totalità dei gruppi della Indelirium Records, si ha la netta sensazione di avercela fatta, di essere al posto giusto, di stare combattendo la giusta battaglia.
Qui sono tutte battagli, e gli A War Inside l’hanno capito molto bene. Questo disco d’esordio è un pogo continuo, un agitare irrefrenabile di braccia, sfogo ed estasi fisica.
Ci siamo, combattiamo.
Un ottimo hardcore in stile moderno passando per i sacri dogmi dello stile, un album davvero schiacciasassi che mi ha davvero colpito. La scena sarda è molto buona ed è tra le più incazzate.
Potrei sprecare altre parole, ma vi lascio alla musica che non è solo musica, l’hardcore.

Tracklist:
1. Intro
2. Life Goes Faster
3. Another Wrong Step
4. Face Against the Floor
5. Lionheart
6. Never Too Late
7. Anchor
8. My Strenght

Line-up:
Luke – Voce
Rudy – Chitarra
Cristiano – Chitarra
Carlo – Basso
Michele – Batteria

A WAR INSIDE – Facebook

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Madhouse – Secret antithesis

Terzo disco per i Madhouse capitanati dalla cantante cantante Federica Tringali e dal chitarrista Filippo Anfossi, il titolo è ” Secret antithesis” ed esce per Nadir Music. La proposta musicale dei Madhouse è un metal moderno e fresco, con rimandi gotici in alcuni passaggi.

Mudhoney, ad aprile il nuovo album. Condiviso il primo singolo

Dopo un silenzio discografico durato quattro anni (escludendo split singles e la ristampa espansa del 2021 per il trentennale di “Every good boy deserves fudge”, infatti, risale al 2019 l’ultima pubblicazione di materiale ufficiale, l’Ep “Morning in America”) tornano i Mudhoney

Still No One -This is fuel

Still No One -This is fuel: esordio discografico sulla lunga distanza per i trevigiani Still No One dal titolo “ This is fuel”, autoprodotto.

Casual Boots – Casual Boots

Casual Boots: a comporre questo ep fresco di uscita ci pensano quattro pezzi: l’agrodolce Flowers and Raindrops, la smithsiana Lost Things, la fiammata punk di Attitude (il mio brano preferito del lotto) e gli echi degli Housemartins  contenuti in Empty Room.